Clicky

Cosa non possono mangiare i cani? 50 alimenti tossici e pericolosi che il vostro cane non dovrebbe mai mangiare

By Simona Nicoletti

Vi state chiedendo cosa non possono mangiare i cani? Ecco un elenco di 50 alimenti comuni che si trovano in molte case e che non dovrebbero essere somministrati al cane.

Sono Corey e sono un veterinario abilitato. So per esperienza diretta che i cani hanno la tendenza a mangiare qualsiasi cibo che trovano, anche se non è buono per loro.

È compito di tutti i proprietari di cani assicurarsi che i nostri amici pelosi non trovino alimenti che potrebbero essere dannosi per loro.

Esistono alcuni ingredienti alimentari che i cani dovrebbero evitare a causa delle loro proprietà antinutritive o tossiche.

Sebbene alcuni di questi alimenti non uccidano il cane se consumati in piccole quantità, la moderazione è raramente il punto di forza dei cani.

È meglio evitarli completamente prima che il cane ne sviluppi il gusto.

Alcool

Cani e alcol non vanno d’accordo; cibi fermentati, pasta acida e bevande fermentate rappresentano un rischio.

L’etanolo contenuto in questi alimenti inibisce i recettori GABA del sistema nervoso, in modo simile a quanto accade quando gli esseri umani si ubriacano, ma in modo molto più grave.

Questo porta ad atassia, sedazione, ipotermia, difficoltà respiratorie, insufficienza epatica, coma e infine morte.

Il luppolo, presente nella birra, contiene anche una tossina che provoca un grave aumento della temperatura corporea, noto come ipertermia maligna, che causa difficoltà respiratorie, convulsioni e morte.

Cracker per animali

I cani possono mangiare una quantità minima di cracker animali semplici, ma senza xilitolo o cioccolato.

Tuttavia, molti cracker commerciali contengono questi due ingredienti. Sia lo xilitolo che il cioccolato sono estremamente pericolosi per i cani e dovrebbero essere evitati.

Volete saperne di più sui cracker per animali? Consultate l’articolo I cani possono mangiare i cracker animali.

Avocado

Purtroppo i nostri cani non possono condividere il nostro amore per l’avocado. L’avocado contiene una tossina chiamata persina a cui i cani sono particolarmente sensibili.

L’intera pianta di avocado è tossica: frutto, nocciolo e foglie.

La persina provoca un accumulo di liquidi nei polmoni e nel cuore, con conseguenti difficoltà respiratorie e insufficienza cardiaca.

Una dose elevata provoca una crisi respiratoria acuta, spesso fatale. I noccioli di avocado presentano anche il rischio di soffocamento o di blocco intestinale se ingeriti.

Foglie di alloro

Questa erba comunemente usata contiene eugenolo.

Pur migliorando il profilo aromatico del cibo, l’eugenolo contenuto provoca vomito e diarrea nei cani. Il vomito è considerato una delle principali vie di perdita di ioni cloruro.

Le foglie di alloro, inoltre, non sono molto digeribili e possono causare un’ostruzione intestinale se vengono ingerite intere.

Carne secca di manzo

La carne secca di manzo disponibile in commercio ha un contenuto di sale estremamente elevato, contiene una notevole quantità di conservanti artificiali (a seconda del Paese di origine) e contiene molte spezie (ad esempio, cipolla e aglio).

Gli effetti negativi della maggior parte di questi ingredienti sono già stati discussi.

I cani possono tuttavia gustare carne secca fatta in casa che non contiene sale, spezie o additivi (100% carne).

Ossa

Le ossa sono un motivo comune per cui i cani devono subire un intervento chirurgico d’emergenza.

Le ossa, pur essendo una buona fonte di calcio, possono scheggiarsi e i bordi taglienti possono causare la perforazione dell’intestino (soprattutto se mangiate da sole) e gravi infezioni.

Alcuni cani golosi a volte ingeriscono grossi pezzi di osso causando un blocco intestinale che può portare a complicazioni ancora più pericolose per la vita.

L’osso cotto è particolarmente soggetto a schegge ed è meglio evitarlo. Se dovete dare al vostro cane un osso, dategliene uno crudo che sia abbastanza grande e duro da non poter essere ingoiato intero o scheggiato.

Impasto del pane o della pizza

Il lievito presente nell’impasto può far sì che la pasta si espanda nello stomaco, esattamente come farebbe nella vostra cucina.

Questo può provocare gonfiore e torsione gastrica, con conseguenti forti dolori addominali, difficoltà respiratorie e, nella maggior parte dei casi, interventi chirurgici d’urgenza.

L’impasto del pane o della pizza può contenere anche quantità eccessive di etanolo, un sottoprodotto della fermentazione del lievito. L’etanolo è tossico anche per i cani.

Semi di cumino (alias cumino persiano)

I semi di cumino sono ricchi dei composti monoterpeni carvone e limonene.

Questi monoterpeni, insieme agli oli essenziali, causano un lieve disturbo intestinale e provocano vomito e diarrea.

Camomilla

I fiori freschi di camomilla contengono bisabololo, camazulene, acido anthemico e acido tannico.

Sebbene queste molecole siano meno presenti nella camomilla secca, non è comunque consigliabile somministrarla ai cani.

Queste molecole tossiche causano vomito, diarrea, anoressia, dermatiti e reazioni allergiche. Il loro uso a lungo termine può portare a un aumento della tendenza al sanguinamento.

Cheesecake

Il cheesecake è pieno di ingredienti che fanno male ai cani.

Troppi zuccheri e grassi portano all’obesità, all’aumento di peso e al diabete. I latticini contenuti nella torta sono problematici per la maggior parte dei cani e causano disturbi di stomaco.

Alcune ricette possono includere xilitolo e cioccolato, che sono tossici e letali per i cani.

Cheez-Its

Le Cheez-Its non sono adatte nemmeno a voi, figuriamoci al vostro cane.

Questo popolare snack è pieno di sale, latticini e grassi. Questi portano all’obesità, alla pancreatite e alla tossicità da sale nel lungo periodo.

Come se non bastasse, molti Cheez-It contengono TBHQ. Il TBHQ è un conservante che può danneggiare il DNA e causare il cancro.

Crocchette di pollo

Ai cani può piacere la carne di pollo, ma le crocchette di pollo sono assolutamente da evitare.

Ricchissimo di sale e grassi, questo cibo spazzatura contribuisce all’obesità, alla pancreatite e all’avvelenamento da ioni di sodio.

Possono anche contenere ingredienti molto pericolosi, come lo xilitolo e varie spezie.

Il cioccolato

Il cioccolato contribuisce a un quarto di tutti gli avvelenamenti dei cani.

Le tossine contenute nel cioccolato sono ben note; le metilxantine (teobromina e caffeina) colpiscono il tratto gastrointestinale causando vomito, seguito da episodi di iperattività.

Se non vengono trattati da un veterinario, questi sintomi evolvono verso l’infarto, le convulsioni e persino la morte.

Maggiore è il contenuto di solidi di cacao nel cioccolato, più è tossico per i cani – quindi, quando si tratta di cioccolato fondente o da forno, la quantità tossica è molto minore rispetto al cioccolato al latte o bianco.

Se il cane supera la tossicità della metilxantina, l’elevato contenuto di grassi di molti cioccolatini potrebbe comunque nuocere al cane causando pancreatite.[1, 5]

Cannella

I bastoncini e gli estratti di cannella sono ricchi di oli essenziali che possono causare irritazioni alla pelle, alla bocca e all’apparato digerente del cane.

È inoltre sconsigliato somministrare al cane cannella in polvere, poiché la sua polvere fine può essere facilmente inalata causando irritazione dei passaggi nasali, della trachea e dei polmoni.

Nei casi più gravi, ciò può portare a polmonite da aspirazione.

Agrumi

La buccia dei frutti e altre parti degli agrumi contengono oli essenziali e psoralene. Questi causano vomito, diarrea, eruzioni cutanee, comportamento depressivo e tremori muscolari.

La polpa del frutto è commestibile. Tuttavia, è molto acida e nutrirne il cane in quantità elevate può essere comunque dannoso.

Si ritiene che il pompelmo causi infiammazioni cutanee fotosensibili.

Caffè e tè

La caffeina, come la teobromina presente nel cioccolato, è una metilxantina ed è tossica per i cani.

Se ingerita in quantità sufficienti, provoca anomalie del ritmo cardiaco e difficoltà respiratorie.

La caffeina si trova nel tè, nel caffè e anche in alcune tisane e tè verdi.

Insalata di cavolo

Il cavolo e i crauti possono essere utili ai cani, ma l’insalata di cavolo è una scelta difficile.

Il motivo è che la maggior parte delle ricette di insalata di cavolo include cipolle, maionese e sale. Tutti questi elementi sono pericolosi, se non addirittura tossici, per i cani.

Le cipolle, in particolare, dovrebbero essere evitate. Cipolle, aglio, porri, scalogno: anche piccole quantità di questi elementi possono mandare il vostro cane in clinica veterinaria.

Zucchero filato

Lo zucchero filato è molto pericoloso per i nostri amici pelosi.

Lo zucchero filato medio è composto da zucchero, dolcificanti artificiali e coloranti alimentari.

Alcuni di questi possono causare obesità o scatenare allergie alimentari. Altri sono altamente tossici e possono causare la morte dell’animale (ad esempio lo xilitolo).

Latticini

L’alimentazione del cane con i latticini non è una questione di vita o di morte e può anzi essere un alimento nutriente se somministrato in piccole quantità.

Tuttavia, i cani non sono in grado di digerire i latticini, come la maggior parte degli esseri umani, in quanto mancano dell’enzima lattasi.

I latticini sono solitamente ricchi di lattosio e di grassi. L’alimentazione del cane con quantità eccessive di latticini può provocare diarrea, disturbi addominali, obesità e flatulenza.

Uva e uvetta

L’uva e l’uvetta sono gustose e innocue per gli esseri umani, ma una tossina sconosciuta presente nell’uva provoca insufficienza renale e persino la morte nei cani.

I sintomi mostrati dai cani avvelenati includono vomito, dolore addominale, tremori, convulsioni e riduzione della minzione. Si consiglia di portare il cane dal veterinario dopo aver ingerito qualsiasi quantità di uva o uvetta.

Fortunatamente, la tossina viene digerita molto lentamente, quindi anche se sono passate diverse ore da quando il cane ha mangiato uva, il veterinario sarà comunque in grado di aiutarlo.

Gomme, caramelle e orsetti gommosi

Non bisogna mai dare caramelle o gomme da masticare ai cani. Le caramelle contengono un’enorme quantità di zucchero raffinato che può portare a livelli elevati di zucchero nel sangue e all’iperattività.

Se date regolarmente al cane, le caramelle possono portare all’obesità e al diabete.

Anche lo xilitolo si trova spesso nelle caramelle e nelle gomme da masticare. La tossicità dello xilitolo è caratterizzata da un calo acuto dei livelli di zucchero nel sangue con conseguente depressione, incapacità di muoversi, convulsioni, coma, insufficienza epatica, emorragia e, se non trattata, persino morte.

Gelatina e fagioli di gelatina

La gelatina è un po’ più complicata perché la gelatina semplice è sicura per i cani.

Tuttavia, non ci sono molte opzioni di gelatina semplice in circolazione. La maggior parte delle gelatine contiene xilitolo, alcol o troppo zucchero.

Questi possono causare tossicità da xilitolo, avvelenamento da alcol, insufficienza renale e insufficienza epatica e, in ultima analisi, risultare fatali per i nostri canini.

Lo stesso vale per le gelatine. Entrambe sono da evitare.

Foglie e semi di mele e frutta a nocciolo

Mentre la polpa di mele, pesche, prugne e ciliegie può essere mangiata tranquillamente dal cane, bisogna fare attenzione a rimuovere tutte le foglie, i gambi, i semi e i noccioli.

Queste parti contengono amigdalina.

Dopo essere stata metabolizzata in acido cianidrico, questa tossina impedisce alle cellule di utilizzare l’ossigeno. Questo porta a tremori, incoordinazione, insufficienza respiratoria e cardiaca e morte.

Liquirizia

Il sapore caratteristico della liquirizia deriva dalla glicirrizina.

La glicirrizina, in dosi sufficientemente elevate, può essere tossica per i cani. La glicirrizina agisce come l’aldosterone, un ormone presente nell’organismo che aiuta a regolare i livelli di potassio.

Questo provoca uno squilibrio del potassio corporeo, causando vomito, danni al fegato, pressione sanguigna molto alta, debolezza muscolare e anomalie nel ritmo del battito cardiaco.

Volete saperne di più sulla liquirizia? Consultate l’articolo I cani possono mangiare la liquirizia.

Noci di macadamia

Un’altra tossina sconosciuta, contenuta nelle noci di macadamia, colpisce i sistemi muscolo-scheletrico, digestivo e nervoso causando difficoltà locomotorie, debolezza, difficoltà respiratorie, tremori, paralisi e temperatura corporea elevata.

Questo tipo di avvelenamento è raramente fatale, ma può essere incredibilmente doloroso per il cane.

La dose tossica è diversa per ogni singolo cane e alcuni mostrano sintomi anche dopo dosi molto piccole.

Mentine e deodoranti per l’alito

Molte mentine e deodoranti per l’alito contengono mentolo.

Il mentolo irrita la bocca e il rivestimento intestinale del cane e potrebbe causare disturbi intestinali.

Molti di questi prodotti contengono anche xilitolo, i cui effetti gravi sono già stati discussi in precedenza.

Muffa

Evitate di dare al vostro cane cibo avariato e tenete i vostri cestini al riparo dai furti. Alcune muffe possono produrre micotossine tremorigene, che causano tremori e convulsioni.

Questi tipi di muffe possono crescere su quasi tutti i tipi di cibo avariato, quindi non date al vostro cane nulla che non mangereste voi stessi.

I formaggi ammuffiti possono non causare danni a voi, ma al vostro cane sì. Il formaggio blu contiene Roquefortine C, una neurotossina.

I sintomi della tossicità da roquefortina C includono vomito, ansimare eccessivo, tremori muscolari, convulsioni e forse la morte.

Noce moscata

La noce moscata contiene miristicina. La miristicina è strutturalmente simile alla mescalina e provoca disturbi neurologici e locomotori.

I sintomi che si presentano sono di solito frequenza cardiaca elevata, tremori, nausea e confusione.

La noce moscata contiene anche safrolo, sospettato di essere cancerogeno.

Cipolle e aglio

I solfossidi e i solfuri alifatici si trovano in tutti i membri della famiglia degli allium (es. cipolla, aglio, porro, erba cipollina, scalogno).

La somministrazione di questi ingredienti ai cani, anche in piccole quantità, può avere un effetto cumulativo nel tempo. Queste tossine distruggono i globuli rossi, causando anemia emolitica.

I primi sintomi che si manifestano di solito sono vomito, diarrea, dolore addominale e comportamento depresso.

A questi seguono sintomi più gravi come debolezza, letargia, difficoltà respiratorie, frequenza cardiaca elevata, ittero e persino la morte.

Prestare particolare attenzione quando si somministrano al cane alimenti per bambini, poiché questi prodotti possono contenere quantità elevate di questi ingredienti. Non esiste un antidoto per questo tipo di avvelenamento.

Origano, maggiorana e menta

Gli oli essenziali presenti nell’origano e nella maggiorana causano irritazione gastrica e intestinale nei cani.

Spesso provocano disturbi addominali e causano vomito e diarrea.

Oreo

Gli Oreo sono ricchi di zuccheri e grassi. Ma, soprattutto, gli Oreo contengono molto cioccolato, altamente tossico per i cani.

Inoltre, alcuni prodotti Oreo contengono xilitolo. Lo xilitolo è un dolcificante artificiale molto dannoso per i cani: non esiste un antidoto noto all’avvelenamento da xilitolo.

Burro di arachidi

Una piccola quantità di burro di arachidi è solitamente sicura per i cani. Tuttavia, molti produttori aggiungono lo xilitolo alla formula del burro di arachidi, quindi assicuratevi di leggere attentamente l’etichetta!

Loxilitolo è molto tossico per i cani.

Il burro di arachidi è anche ricco di calorie e di grassi, che portano all’obesità. L’elevato contenuto di grassi del burro di arachidi può anche portare alla pancreatite se il cane ne mangia molto in una volta sola.

La maggior parte dei produttori aggiunge anche quantità eccessive di sale al burro di arachidi.

Salame piccante

Il salame piccante, come molti altri cibi speziati, fa male ai cani.

L’eccesso di sale e di grassi contribuisce a causare malattie cardiache, obesità e pancreatite.

Inoltre, molti salami piccanti contengono aglio o cipolla in polvere. Questi sono estremamente tossici per i cani e provocano una tossicità da cipolla/aglio.

Solo una piccola quantità di cipolla e aglio può danneggiare i globuli rossi del cane, causare anemia emolitica, insufficienza renale e, infine, portare alla morte dell’animale.

Volete saperne di più sul salame piccante? Consultate l’articolo I cani possono mangiare il salame piccante.

Persimmon

A differenza di altri alimenti citati, i cachi non sono mortalmente tossici.

Tuttavia, hanno un effetto lassativo sui cani, che non è molto auspicabile.

I semi e le fibre possono costituire un serio pericolo in quanto possono causare disturbi e blocchi intestinali, ma non sono intrinsecamente tossici.

Semi di papavero

Sebbene i semi di papavero abbiano molti usi nell’alimentazione umana, possono essere letali per i cani.

Anche piccole quantità di semi di papavero sono velenose per i cani.

L’avvelenamento da papavero è una condizione grave. Se il vostro cane ingerisce semi di papavero in qualsiasi forma, dovete portarlo immediatamente dal veterinario.

Volete saperne di più sui semi di papavero? Consultate l’articolo I cani possono mangiare i semi di papavero.

Pop Tarts

Le Pop Tarts sono un altro alimento commerciale molto dannoso per i cani.

Le varie Pop Tarts hanno ingredienti diversi. Tuttavia, la maggior parte di esse è ricca di grassi, zuccheri, aromi e colori artificiali e, in alcuni casi, anche di cioccolato.

Queste sostanze portano all’obesità, all’aumento di peso, alla pancreatite e a una serie di problemi di salute.

Il cioccolato è particolarmente problematico perché è tossico per i cani e fatale.

Pretzel

Senza sale, zuccheri o additivi, i pretzel semplici possono essere un alimento per cani, in rare occasioni.

Tuttavia, per la maggior parte, i pretzel contengono troppo sale, additivi e zucchero.

Ci sono molti cibi migliori per il vostro cane rispetto a quelli zuccherati e salati come i pretzel.

Condimento al ranch

La salsa Ranch può sembrare abbastanza innocente, ma contiene molti ingredienti dannosi.

Per cominciare, il latticello comunemente usato disturba lo stomaco del cane.

Ma il problema principale è l’aglio. L’aglio è tossico per i cani e provoca anemia emolitica. Purtroppo, questa condizione spesso porta alla morte dell’animale.

Pancetta cruda

Una piccola fetta di pancetta cruda non farà male al vostro cane, ma non fatela diventare un’abitudine. La pancetta è estremamente ricca di sale e grassi, che possono essere piuttosto dannosi per i nostri amici pelosi.

Troppo sale porta all’avvelenamento da ioni di sodio, o tossicità da sale, una condizione che può essere fatale per il cane. I grassi, invece, contribuiscono alla pancreatite, una dolorosa e grave infiammazione del pancreas.

Volete saperne di più sulla pancetta cruda? Consultate l’articolo I cani possono mangiare la pancetta cruda.

Rabarbaro

Il problema del rabarbaro è che contiene ossalati.

Purtroppo, questi non possono essere distrutti dalla cottura o da qualsiasi altro processo convenzionale. Gli ossalati agiscono come fattore anti-nutritivo legando il calcio e altri minerali e causando debolezza ossea e carenze minerali.

Gli ossalati possono anche causare la formazione di calcoli renali che possono bloccare il flusso dell’urina, causare danni ai reni ed essere molto dolorosi per il cane.

Salame

Il salame è una delle carni più elaborate in circolazione.

È ricco di sale, grassi e spezie tossiche. Cipolla e aglio sono spesso utilizzati nel salame. Sono anche il motivo principale per cui non si dovrebbe far mangiare il salame al cane.

Volete saperne di più sul salame? Consultate l’articolo I cani possono mangiare il salame.

Sale o cibi salati

Il sale è un caso in cui l’eccesso di una cosa buona diventa una cosa cattiva. Una certa quantità di sale è importante per le normali funzioni corporee.

Tuttavia, gli alimenti umani contengono spesso una quantità eccessiva di sale per motivi di gusto o di conservazione. L’avvelenamento da sale si verifica anche quando si dà al cane del sale per indurre il vomito.

Questo trucco è molto pericoloso ed è meglio portare il cane dal veterinario piuttosto che peggiorare la situazione.

I sintomi dell’avvelenamento da sale sono grave disidratazione, insufficienza epatica ed edema cerebrale con conseguente emorragia cerebrale.

Se si sospetta che il cane abbia un avvelenamento da sale, è bene fornirgli molta acqua fresca da bere fino a quando non sarà possibile portarlo dal veterinario.

Sorbitolo

Lo xilitolo non è l’unico dolcificante tossico per i cani.

Il sorbitolo è un lassativo e provoca diarrea. Anche se non è grave come nel caso della tossicità dello xilitolo, può comunque causare disidratazione e carenza di ioni se i suoi effetti sono prolungati.

Il sorbitolo si trova comunemente negli alimenti senza zucchero e a basso contenuto calorico.

Frutto stella (alias Carambola)

Il frutto della stella può essere un’ottima aggiunta al cestino del pranzo di vostro figlio, ma purtroppo non alla ciotola del vostro cane.

Contiene ossalati e caramboxina. Gli ossalati sono già stati discussi in precedenza e causano carenza di calcio e calcoli renali.

La caramboxina è una neurotossina che provoca convulsioni e neurodegenerazione.

Takis

I taki sono pieni di conservanti e ingredienti nocivi che possono danneggiare i cani.

Per cominciare, i cibi piccanti sono generalmente sconsigliati perché irritano l’apparato digerente del cane.

Ma, cosa ancora peggiore, molti Takis contengono sia xilitolo che cipolla. Quindi, è meglio tenerli lontani dai vostri amici pelosi.

THC

Con la revisione della legislazione sulla cannabis e i suoi prodotti in tutto il mondo, i casi in cui i cani ingeriscono questa pianta o i suoi edibili stanno diventando sempre più comuni.

Il THC presente nella cannabis provoca vomito, comportamento depressivo, mancanza di coordinazione, bassa pressione sanguigna, pupille dilatate e bassa temperatura corporea.

In casi estremi sono stati osservati tremori, convulsioni e coma.

Se ciò accade, è sempre consigliabile portare il cane dal veterinario il prima possibile ed essere onesti riguardo al suo consumo.

Tortillas

Le tortillas si trovano nella zona grigia per i cani, poiché ci sono molte opzioni.

È improbabile che una tortilla semplice possa nuocere gravemente al cane se somministrata raramente e in piccole quantità.

Tuttavia, se il vostro cane è allergico al grano/glutine o se la tortilla contiene xilitolo e spezie (soprattutto cipolla e aglio in polvere), non datela in pasto al vostro cane.

Volete saperne di più sulle tortillas? Consultate l’articolo I cani possono mangiare le tortillas.

Wasabi

Gli alimenti piccanti sono generalmente dannosi per i cani, poiché irritano l’intestino e causano disturbi gastrointestinali.

Il wasabi, essendo uno dei più piccanti, non è raccomandato.

I cani non dovrebbero ingerire il wasabi perché può causare difficoltà respiratorie e, in casi estremi, persino ustioni.

Volete saperne di più sul wasabi? Consultate l’articolo I cani possono mangiare il wasabi.

Cialde

I waffle semplici sono comunque dannosi per i cani perché contengono troppi zuccheri e latte. Questi contribuiscono all’obesità, al diabete, alla pancreatite e a molti problemi di stomaco dei cani.

Ma i condimenti dei waffle sono ancora peggio. Molte guarnizioni contengono cioccolato o xilitolo, a volte entrambi. Ognuna di queste sostanze è piuttosto tossica per i cani e può essere letale.

Volete saperne di più sui waffle? Consultate l’articolo I cani possono mangiare i waffle.

Funghi selvatici

I funghi acquistati in negozio sono generalmente considerati sicuri per i cani. Tuttavia, dovreste evitare di dare al vostro cane qualsiasi fungo di origine sconosciuta, soprattutto se raccolto.

Latossicità dei funghi varia da una lieve irritazione intestinale e vomito, diarrea o disturbi addominali a una grave tossicità e morte.

Di norma, non date al vostro cane funghi che non mangereste.

In conclusione

Ci auguriamo che questo elenco vi dia un’idea corretta degli alimenti umani che i cani non dovrebbero mangiare. È sempre meglio documentarsi su qualsiasi nuovo alimento che si intende somministrare al cane.

Fate attenzione alle informazioni che trovate su Internet. Le persone sono libere di scrivere qualsiasi cosa su Internet.

Per questo motivo, vi consigliamo di rivolgervi al vostro veterinario di fiducia prima di somministrare qualcosa di nuovo al vostro cane

Simona Nicoletti