I Migliori Localizzatori Gps Per Cani. Classifica e Guida

Smarrire il proprio amico a quattro zampe è questione di un attimo…basta un gatto da rincorrere o un odore molto invitante ed in meno di un secondo il nostro cane può sfuggire al nostro controllo.

Chiunque abbia un cane sa quanto traumatica può essere quest’esperienza (non solo per il padrone ma anche per il cane!) ma, nel malaugurato caso accada, non dobbiamo più aspettare che qualcuno legga la sua medaglietta: la tecnologia arriva in nostro aiuto con i localizzatori GPS per cani!

Vediamo insieme cosa sono e quali sono i migliori modelli.

Cos’è e come funziona un localizzatore GPS per cani

Al giorno d’oggi il microchip è obbligatorio per tutti i cani domestici poiché permette di identificare loro e anche il padrone; tuttavia la sola presenza del microchip sottopelle non basta in caso di smarrimento del cane.

In questa situazione bisognerebbe infatti sperare che qualcuno non solo riesca ad acchiappare il cane (probabilmente spaventato e smarrito e forse per questo più aggressivo) ma anche che lo custodisca e lo porti dal veterinario per leggere i dati del microchip e si attivi quindi per rintracciare i padroni.

Per fortuna possiamo però o dotare il nostro cane di uno strumento di localizzazione molto efficace, cioè il GPS.

Il localizzatore GPS per cani è un dispositivo molto piccolo che viene fissato al collare del cane (oppure appeso come un piccolo ciondolo) e che, grazie al GPS integrato e ad una connessione cellulare, permette di monitorare gli spostamenti e la posizione del proprio amico a quattro zampe in tempo reale.

Il funzionamento di un localizzatore GPS è molto semplice e funziona praticamente come quello dei nostri smartphone, cioè si collega al satellite per individuare la posizione e invia i dati al nostro telefono.

Nel caso di quelli per cani basta munirsi del localizzatore, di un collare adatto (se non è già integrato al GPS) e dello smartphone: una volta configurato il tutto, il GPS invierà in tempo reale i dati di spostamento del cane al nostro telefono, dove potremmo controllarli attraverso l’applicazione (generalmente disponibile per iOS e per Android).

Questo piccolo dispositivo è assolutamente innocuo per i nostri amici animali: tutti i modelli proposti da questa guida hanno la certificazione CE e quindi emettono onde elettromagnetiche al di sotto della soglia di sicurezza, per cui non arrecheranno assolutamente nessun danno né a voi né al vostro amato cane.

A chi e quando è utile

Sicuramente il localizzatore GPS per cani è uno strumento quasi indispensabile per chi possiede cani da caccia: questi trascorrono molto tempo all’aperto e, per ovvi motivi, senza il guinzaglio.

Oltre ai cani da caccia, il GPS può essere utile anche ad altri cani (ma soprattutto ai padroni), ad esempio:

  • A chi possiede molto terreno e non vuole scarpinare per andare a cercare per poi recuperare il cane che non vuole ubbidire.
  • A chi lascia il proprio cane libero in un giardino, dove le recinzioni possono avere delle falle o essere poco robuste.
  • A chi ha dei cani che tendono a scappare, molto veloci e sempre in cerca di avventure.
  • A chi va a fare attività sportiva in zone isolate (ad esempio in campagna) e lascia che il cane lo segua senza guinzaglio.
  • A chi ha appena adottato un cane trovatello dal canile o da un rifugio e l’animale non è ancora abituato ai nuovi padroni.
  • A chi lascia da solo il cane all’aperto tutto il giorno e vuole avere la certezza e la tranquillità che questo non riesca ad uscire dal giardino in sua assenza.

Quali sono i costi di un collare GPS per cani

Quando si va a scegliere un localizzatore GPS per cani bisogna sicuramente fare attenzione ai costi: quello del GPS in sé può infatti essere o non essere l’unica spesa da sostenere, a seconda del modello che scegliamo.

Esistono localizzatori GPS per cani molto economici che vantano di non necessitare di un abbonamento: non lasciatevi però abbindolare dall’economicità di questi dispositivi poiché, in questo caso, non si tratta di veri e propri localizzatori GPS ma di dispositivi che si collegano allo smartphone tramite Bluetooth.

E’ certamente vero che l’unica spesa da sostenere sarà quella del dispositivo, ma avete presente le cuffie Bluetooth e cosa succede se ci allontaniamo troppo dal telefono? La stessa cosa capita con questi dispositivi, per cui se l’animale si allontanerà più di tot metri dal nostro smartphone (e parliamo di metri non di chilometri) la connessione verrà persa e sarete punto a capo.

I veri dispositivi GPS per cani e gatti funzionano invece tramite la rete cellulare (che deve essere con connessione 2G in su) e sono quelli che senza ombra di dubbio mi sento di consigliare: si sottoscrive un abbonamento che serve a far funzionare la scheda SIM integrata e questa serve a trasmettere i dati del GPS tramite rete cellulare.

I piani di abbonamento variano a seconda del dispositivo ma i costi sono sempre contenuti: variano dai 3 a 5 euro al mese (spesso il piano annuale permette di risparmiare rispetto a quello mensile) praticamente il costo di un aperitivo.

Personalmente ritengo che la sicurezza dell’animale e la vostra pace mentale valgano assolutamente la spesa di una cifra così piccola

Se non volete comprare un abbonamento già “preconfezionato” dal produttore del tracker GPS, esistono modelli per cui qualsiasi scheda SIM va bene: in questo caso potrete scegliere il vostro gestore preferito (vanno benissimo anche quelli più comuni come Vodafone, Tim, ecc.) ed il piano più adatto alle vostre esigenze.

Il consumo dati di un GPS tracker per animale domestico è davvero super contenuto (parliamo di poche decine di Megabyte al mese) per cui non dovrebbe essere un problema trovare il piano tariffario più adatto.

Elementi da tenere in considerazione

Districarsi tra tante offerte può essere snervante, per questo voglio elencarvi brevemente le cose più importanti da tenere in considerazione quando acquistate il vostro localizzatore GPS per cani.

Tipologia

Abbiamo già parlato delle due tipologie di GPS con e senza connessione dati, per cui qui vi voglio parlare della tipologia fisica del dispositivo.

Il GPS per cani deve ovviamente essere sufficientemente piccolo per adattarsi all’animale e solitamente i modelli disponibili sono due:

  • integrato al collare: per cui basterà agganciare il collare GPS per cani o sostituire il suo collare abituale con quello con localizzatore GPS ogni volta che ce n’è bisogno.
  • da attaccare al collare: a seconda del modello il GPS si attacca al collare abituale del cane con un velcro, con una clip, con un fissaggio a scatto, da infilare come un ciondolo, da inserire nella stoffa del collare abituale del cane e via dicendo.

Tenere conto della tipologia di GPS è importante: se il cane è molto scalmanato potrebbe staccare il GPS a clip durante le sue avventure.

Al contrario, se il cane non è abituato ad indossarlo, un collare GPS per cani potrebbe infastidirlo per cui è più raccomandabile uno a clip da fissare sulla pettorina.

Dimensioni e peso

Quando comprate un localizzatore GPS per il vostro amico peloso è importante tenere in considerazione anche la taglia dell’animale e il peso del GPS.

Il dispositivo non dovrebbe essere troppo grande da infastidirlo, né troppo lungo o “cadente” se lo posizionate nella parte frontale. Immaginate che disagio sarebbe per Fido camminare con una zavorra al collo!

Solitamente i GPS indicano come peso minimo del cane 4,5 kg, in quanto risulterebbe molto fastidioso (e anche dannoso visto che viene applicato su una zona delicata come il collo) per i cagnolini più piccoli.

Resistenza all’acqua

GPS per cani impermeabile o resistente all’acqua? La differenza la fa il vostro cane!

Se il vostro animale ama l’acqua e si tuffa in qualsiasi pozza appena ne ha l’occasione, un GPS impermeabile è d’obbligo oppure questo smetterà di funzionare e risulterà quindi inutile.

Se invece il vostro cane odia l’acqua e solitamente se ne tiene a distanza un GPS resistente all’acqua potrebbe essere sufficiente: bisogna però tenere conto della possibilità di piogge, per questo il mio consiglio è quello di acquistare in ogni caso un modello impermeabile; questa caratteristica di solito non influisce sul costo, per cui non vale la pena rischiare di trovarsi con un GPS inutilizzabile.

Batteria

E’ ovvio che per riuscire a stare tranquilli dobbiamo essere sicuri che il GPS per animali stia funzionando: la batteria diventa quindi un elemento importante a cui prestare attenzione.

Innanzitutto bisogna assicurarsi che la batteria sia sempre carica quando intendiamo usare il GPS e poi sarebbe meglio che la durata di questa superasse almeno le 24 ore.

La durata, come per gli smartphone, dipende ovviamente dall’uso che se ne fa e dalle funzioni che vengono attivate (chiaramente se useremo la funzione di registrazione del percorso, luci, recinto virtuale, bussola, ecc. la batteria durerà di meno).

Al giorno d’oggi le batterie dei migliori GPS per cani arrivano anche a 4/5 giorni di autonomia, il che è sicuramente una garanzia di funzionamento del dispositivo anche senza doversi ricordare di caricarlo ogni volta che usciamo.

Recinto virtuale

La funzione recinto virtuale è una chicca davvero utile che si può trovare su parecchi dispositivi GPS per animali.

I dispositivi con questa funzione permettono di creare un perimetro virtuale, una “zona sicura” di nostra scelta: se l’animale oltrepassa la zona riceverete una notifica o un messaggio sullo smartphone avvisandovi dello spostamento al di fuori del recinto.

La zona sicura può essere ad esempio creata in casa o in giardino e ovviamente può essere disattivata quando portate fuori il cane a passeggiare con voi.

Alcuni modelli di GPS hanno anche una funzione estremamente innovativa ed interessante: emettono un suono o una vibrazione ad ogni pasto, in modo che il cane impari ad associare le due cose; anche quando sarà da solo e a distanza, facendo vibrare o suonare il localizzatore il cane rientrerà automaticamente in casa grazie all’aspettativa di un buon pasto (questa capacità di apprendimento varia ovviamente da cane a cane).

Adesso che abbiamo visto le caratteristiche principale dei GPS per animali, scopriamo insieme quali sono i migliori e soprattutto il vincitore della nostra classifica.

Vodafone V-Multi Tracker- il GPS per cani più piccolo

Pro:

  • Resistente all’acqua con classe di impermeabilità IP67
  • Fino a 7 giorni di autonomia della batteria
  • 3,9 cm di diametro e peso di soli 20 grammi
  • Può essere usato per trovare anche degli oggetti, come le chiavi, il portafoglio, la borsa, ecc.
  • Con SIM Vodafone è inclusa la possibilità di pagare anche con il credito telefonico (se si è clienti Vodafone)
  • Costo di 3 euro al mese
  • Con clip, per attaccarlo al collare o alla pettorina

Contro:

  • Le recensioni lamentano un’app non molto pratica da connettere e gestire

A chi lo consiglio: questo localizzatore GPS per cani si distingue sicuramente per le dimensioni estremamente ridotte ed è quindi adatto anche per i cani più piccoli.

Interessante anche la sua funzione “trova cose”, per cui può essere utilizzato per localizzare anche oggetti importanti.

Una chicca? Se il cane dovesse perdersi in una zona senza copertura di rete e passasse nelle vicinanze di un Wifi Vodafone, il GPS si connetterà a quella rete Wifi per inviare il segnale.

Likorlove – il migliore GPS per cani un po’ più grandi

Pro:

  • Anche se non c’è segnale i dati di posizione vengono salvati
  • Si può inserire qualsiasi SIM con dati
  • Funzione recinto virtuale
  • Si può scegliere se ricevere una notifica tramite app, tramite SMS o tramite il web
  • Durata della batteria fino a 10 giorni
  • Con collare integrato

Contro:

  • Peso di circa 50 grammi; per i cani piccolini sarebbe quindi meglio orientarsi su un modello più leggero

A chi lo consiglio: GPS con batteria di lunga durata (che giustifica anche la dimensione un po’ più grande) e adatto a cani di media/grossa taglia.

L’app dedicata è molto intuitiva e le istruzioni sono molto complete, così come l’assistenza clienti che è disponibile per qualsiasi chiarimento.

Interessante il fatto che non sia obbligatorio sottoscrivere un abbonamento prescelto dall’azienda ma basta inserire la SIM di un qualsiasi operatore ed usare il piano che preferite (ad esempio vanno bene anche i piani telefonici super economici per la domotica).

TK Star – il localizzatore più versatile

Pro:

  • Funzione recinto virtuale
  • Si può inserire qualsiasi SIM ed il produttore indica un consumo indicativo di 50 megabyte al mese
  • Batteria con durata da 3 a 5 giorni
  • Peso di 30 grammi
  • Con collare integrato

Contro:

  • alcune recensioni riportano che anche da spento consuma un po’ di batteria

A chi lo consiglio: buon localizzatore GPS per cani di semplice utilizzo, che può essere controllato sia tramite SMS che tramite app per iOS e Android.

Il peso è contenuto quindi adatto anche a cani di piccola taglia, da notare però come sia integrato al collare quindi può essere utilizzato solo in questo modo e non attaccandolo alla pettorina (come punto a suo favore il dispositivo non rischierà mai di staccarsi).

Weenect – il migliore GPS per tutte le taglie

Pro:

  • Batteria con fino a 3 giorni di autonomia
  • Monitoraggio in tempo reale e a distanza illimitata
  • SIM inclusa, con copertura del 99% per non perdere mai il cane nemmeno nel bosco
  • Vari abbonamenti disponibili, a partire da 3,75 Euro al mese
  • Tre modalità di tracciamento: GPS, bussola, radar
  • Peso di soli 25 grammi
  • Funzione recinto virtuale
  • Funzione addestramento con suoni e vibrazione
  • Si possono aggiungere più dispositivi (per più cani) alla stessa app

Contro:

  • Le recensioni riportano una durata della batteria inferiore a quella dichiarata

A chi lo consiglio: dispositivo GPS per cani consigliato assolutamente a chi possiede più animali e ha necessità di controllarli tutti senza dover passare da un’app all’altra.

Le dimensioni e il peso sono molto contenuti, i piani di abbonamento risultano economici soprattutto se si sottoscrivono quelli annuali e biennali.

Ottima la custodia in silicone che si aggancia facilmente e in modo saldo a qualsiasi supporto.

Kippy Evo – il GPS per cani più moderno

Pro:

  • SIM inclusa con abbonamenti a partire da 3,33 Euro al mese
  • Funzione recinto virtuale
  • Monitoraggio dell’attività dell’animale
  • Impermeabile
  • Funzione torcia a LED
  • Senza limiti di distanza
  • Batteria con autonomia fino a 7 giorni
  • Disponibile in diversi colori
  • Ottimo anche per gatti

Contro:

  • l’aggancio a velcro potrebbe danneggiarsi con l’utilizzo e non mantenere più il dispositivo ben saldo.

A chi lo consiglio: localizzatore GPS per animali domestici molto avanzato tecnologicamente e adatto a quei padroni che vogliono tenere sotto controllo non solo il cane ed i suoi spostamenti ma anche la sua salute in generale.

Il dispositivo e l’app dedicata consentono infatti di monitorare le attività motorie ed i progressi del proprio amico peloso ed impostare obiettivi personalizzati in base alla sua razza, al sesso, all’età e al peso.

Fantastica anche la funzione torcia a LED, che permette di trovare il proprio animale anche al buio ed indicarci perfettamente la via per raggiungerlo.

Tractive – il migliore per cani amanti dell’acqua

Pro:

  • SIM inclusa con abbonamenti a partire da 4,17 Euro al mese
  • E’ possibile scegliere la batteria con più o meno capacità
  • Autonomia della batteria da 2 a 5 giorni
  • Monitoraggio dell’attività
  • Funzione recinto virtuale
  • Impermeabile al 100%

Contro:

  • Il cavo di ricarica non è micro USB standard ma con cavetto proprietario.

A chi lo consiglio: questo prodotto è ottimo sotto molti punti di vista ed il prezzo un po’ più elevato è sicuramente giustificato dalle funzionalità.

La forma ergonomica si adatta perfettamente al collo dell’animale, la clip risulta essere molto solida in qualsiasi posizione si posizioni il GPS, la batteria è sostituibile (cosa molto rara nei GPS per animali domestici).

Nel caso si frequentino zone a scarsa copertura, consiglio di acquistare la batteria più capiente (si può infatti scegliere) in quanto in condizioni di scarsa copertura GSM il tracker consumerà molto di più.

Paj – il GPS con il fissaggio più sicuro

Pro:

  • Peso di soli 28 grammi
  • SIM inclusa con abbonamento a 5,12 Euro al mese
  • Funzione recinto
  • Resistente all’acqua
  • La batteria dura fino a 3 giorni
  • Aggancio tramite cinturino molto sicuro

Contro:

  • Non emette nessun segnale acustico né luminoso quindi difficile da ritrovare in caso di perdita.

A chi lo consiglio: ottimo localizzatore GPS per cani e gatti di dimensione contenuta, che assicura un monitoraggio costante e preciso del percorso dei nostri animali domestici.

Il dispositivo è molto robusto, antipolvere, antigraffio e resistente all’acqua; l’aggancio rapido e sicuro avviene tramite un cinturino in gomma che permette quindi di agganciare il GPS non solo al collare ma anche alla pettorina.

Il vincitore

I localizzatori GPS che vi ho presentato sono tutti ottimi prodotti, ma volendo decretare un vincitore assoluto il dispositivo Kippy Evo si distingue sicuramente dagli altri per le funzionalità innovative.

Il Kippy è per il nostro cucciolo quello che per noi sono le fitness band…in pratica un fitness tracker canino!

Oltre alla funzione GPS (ovviamente) Kippy monitora anche i passi ed il percorso effettuati dall’animale, analizza i dati, li confronta con quelli di altri animali della stessa razza, età e peso e permette così di impostare obiettivi personalizzati.

Oltre alla funzione “fitness” consente anche di tenere sotto controllo il benessere dell’animale a tutto tondo, impostando traguardi e promemoria pure per quanto riguarda la sua alimentazione, toelettatura, comportamento e salute generale.

Grazie alla sua tecnologia differenziata, è possibile controllare il proprio cane in diverse maniere: con il GPS (ovviamente), con il Wi-fi e anche con il Bluetooth, per cui sarà possibile ricevere una notifica ogni volta che l’animale si allontana dall’area coperta dal Bluetooth.

E’ presente anche la bussola che permette individuare la direzione in cui si è allontanato il cane.

Il live tracking e l’app funzionano non solo in Italia ma anche all’estero, dove la copertura è sempre garantita e non solo, questo pet tracker è perfetto per tutti gli animali domestici, anche come GPS per gatti grazie alle dimensioni ridottissime.

Nel caso si voglia utilizzare il localizzatore senza abbonamento (o fare una pausa di qualche mese) è comunque possibile sfruttare la connessione Bluetooth per monitorare l’attività del proprio animale domestico e per controllare gli spostamenti all’interno ovviamente dell’area Bluetooth.

Il fatto che sia completamente impermeabile e che vi sia una torcia a LED integrata lo rendono perfetto anche per i cani più avventurosi che amano l’acqua e tendono a perdersi trai boschi o in zone a scarsa visibilità.

Se non siete ancora convinti che altro dirvi? Beh questo localizzatore per animali ha un design molto moderno e discreto ed in più è disponibile in tre eleganti colori per andare incontro ai gusti di tutti.

E come ultima cosa ricordatevi: gli animali sentono molto le nostre emozioni, per cui padrone più tranquillo e sereno equivale a massimo divertimento e felicità per il proprio amico a quattro zampe!