Miglior Trasportino per Cani: Guida All’Acquisto

Il trasportino per cani è un oggetto che prima o poi un padrone dovrà sicuramente acquistare: poter trasportare i nostri amici animali in modo sicuro, sia per noi che per loro, è molto importante.

Di conseguenza, la scelta del trasportino più adatto deve essere fatta oculatamente.

In questa guida vedremo quali sono le caratteristiche e gli usi delle varie tipologie di trasportino e la classifica dei migliori in commercio.

Le tipologie di trasportino

Il trasportino serve appunto per trasportare i propri animali, anche se spesso questi lo eleggono anche a loro cuccia.

Magari il trasportino è stato il primo luogo che hanno visto quando l’avete portato a casa, oppure l’hanno eletto loro “luogo sicuro”, una tana in cui rifugiarsi.

Questo non è assolutamente negativo e se il vostro cane ama rifugiarsi nel suo trasportino potete lasciarglielo tranquillamente usare anche come cuccia.

Essendo comunque un oggetto adibito al trasporto, deve avere determinate caratteristiche che ne agevolano lo spostamento con l’animale dentro.

In commercio esistono molti accessori per trasportare i propri animali: la gabbia (fissa o mobile) da porre nel bagagliaio dell’auto, i trolley simili a quelli da viaggio, il seggiolino pieghevole per cani da posizionare sui sedili posteriori, la borsa per cani di taglia piccola e dei veri e propri zaini per trasportare i propri amici a quattro zampe sulle spalle.

In questa guida vogliamo però parlare solamente del trasportino in senso classico. Ne esistono due diverse tipologie:

  • trasportino in plastica: sono quelli più classici, solitamente con una grata davanti e dei fori per la ventilazione ai lati. Questa tipologia di trasportino è quella che di solito viene richiesta dalle compagnie aeree per volare con il proprio animale.
  • trasportino morbido: nella maggior parte dei casi è pieghevole e poco ingombrante, molto maneggevole e adatto sia ai trasporti brevi che più lunghi. Questo tipo di trasportino è meno adatto per i cani di taglia grande (indicativamente sopra i 20 kg) ed irrequieti, che potrebbero masticare e arrivare a rompere la stoffa.

Taglia del cane e dimensioni

La taglia del nostro cucciolo, e di conseguenza quella del trasportino, sono ovviamente i primi fattori da tenere in considerazione: il nostro cane deve amare il trasportino e per questo ha bisogno di starci comodo.

Alcune cose da tenere in considerazione quando si sceglie la misura del trasportino:

  • Il cane deve essere libero di alzarsi e girarsi all’interno del trasportino.
  • Se il trasportino è troppo stretto, il cane sarà stressato, a disagio, poco collaborativo con noi.
  • Se il trasportino è troppo grande il cane, muovendosi all’interno, potrebbe farlo oscillare e provocarne la caduta cadere con se stesso all’interno e procurarsi quindi dei danni.
  • Per scegliere la misura adatta c’è un piccolo trucco: misurate dalla punta del naso fino alla coda e aggiungete 6 centimetri; misurate poi la sua altezza dalla cima del capo fino a terra e aggiungete 6 cm. Questa dovrebbe essere la misura ideale del trasportino.
  • Di solito le aziende produttrici indicano delle misure indicative o il peso del cane: occhio per quanto riguarda il peso, il nostro cane potrebbe essere particolarmente magro ma di taglia grande (o viceversa piccolo e sovrappeso) per cui il peso non va preso come fattore assoluto per la scelta.

Come scegliere il trasportino in base al mezzo di trasporto

La scelta del trasportino dovrebbe essere fatta anche a seconda di come dobbiamo spostarci insieme al nostro amico a quattro zampe.

Nel caso di cani-guida per non vedenti le regole sono diverse e non vengono trattate in questa guida.

In macchina

Sicuramente è il mezzo più comune e diffuso per gli spostamenti, sia umani che canini: alcuni animali odiano salire in macchina, soffrono di mal d’auto o sono particolarmente iperattivi quando si viaggia; altri invece saltano immediatamente in macchina appena vedono una portiera aperta.

Per quanto sia bello viaggiare con il proprio amico a quattro zampe tranquillamente seduto di fianco a noi, questa pratica non è solo pericolosissima per lui ma è anche illegale.

Per non infrangere la legge si possono adottare diverse soluzioni come la rete divisoria per cani, o la cintura per la pettorina.

Il trasportino risulta però essere comunque la soluzione più semplice per il trasporto in auto e soprattutto la più sicura per tutti i passeggeri.

In aereo

Viaggiare in aereo con i nostri amici animali è possibile e ovviamente le condizioni dipendono dalla compagnia aerea per cui è sempre meglio informarsi preventivamente.

Gli animali da compagnia possono volare in cabina se sono cani di piccola taglia (le dimensioni standard ammesse per il trasportino sono 46 x 25 x 31 centimetri) e in stiva se di taglia medio grande (personalmente però sconsiglio assolutamente il trasporto in stiva, cercate altre soluzioni di viaggio se volete portare il vostro cagnolone con voi, un piccolo sacrificio da parte vostra significa salvaguardare la sua salute).

In treno

Cani e gatti di piccola taglia possono viaggiare gratuitamente in prima e seconda classe (all’interno di un trasportino che non super le misure 70 x 30 x 50 centimetri).

Cani di taglia superiore possono essere viaggiare al di fuori del trasportino acquistando un biglietto per loro scontato del 50% e devono sempre essere tenuti al guinzaglio con la museruola indossata.

Altri fattori da tenere in considerazione

Oltre alla tipologia, alle dimensioni e al mezzo di trasporto, ci sono altre caratteristiche a cui prestare attenzione quando andiamo a scegliere il trasportino per il nostro cane.

Ventilazione

Non penso sia necessario soffermarmi su quanto la ventilazione del trasportino sia importante.

La sensazione di chiusura in uno spazio ristretto più quella di soffocamento dovuta ad una scarsa areazione del trasportino può provocare pessime conseguenze sulla salute (fisica e anche emotiva) del cane.

Di solito i migliori trasportini non solo hanno una grata frontale che garantisce il passaggio dell’aria e la possibilità per il cane di guardare fuori, ma anche delle prese d’aria laterali.

I trasportini morbidi hanno invece del tessuto a rete (a maglie fitte) da cui il nostro cane può liberamente guardare fuori (spesso queste retine sono anche apribili, per far uscire il cane da un lato diverso e non solo frontalmente).

Stabilità

Guidare in maniera dolce quando si hanno dei passeggeri (di qualsiasi specie!) dovrebbe essere d’obbligo, ma le condizioni stradali non dipendono solo dal guidatore.

Bastano una curva stretta o una strada accidentata, un cane particolarmente vivace o la poca prudenza degli altri guidatori: sono tutti elementi sufficienti per cui il trasportino si rovesci con il nostro cane all’interno, un’esperienza traumatica per noi e per lui.

Per questo è importante verificare la stabilità del trasportino: questo dovrà avere una bella base solida e liscia e soprattutto non dovrà essere appoggiato sopra ad alcun oggetto.

Se il trasportino è morbido consiglio di verificare che la base sia rigida (in plastica): sicuramente più stabile e non condizionata dalla posizione assunta dal cane.

Uso e manutenzione

Abituare il nostro animale al trasportino fin da cucciolo sarebbe la soluzione ottimale ma non sempre è fattibile.

Per abituare un cane, sia cucciolo che adulto (con un po’ più di pazienza) al trasportino potete seguire questi semplici consigli:

  • Lasciate il trasportino aperto in casa o in giardino, per fare in modo che il cane familiarizzi con l’oggetto.
  • Per renderlo più attraente potete posizionare all’interno dei bocconcini, un suo gioco o la sua copertina preferita (non chiudetelo appena entra dentro il trasportino, non deve vederlo come una prigione, lasciate che si senta libero di entrare ed uscire).
  • Dopo alcune volte, iniziate a chiudere il trasportino e premiate il vostro amico peloso se rimane all’interno senza lamentarsi.
  • Iniziate con brevi tragitti per capire se è a disagio (per il mal d’auto o semplicemente per problemi legati al carattere) e adottare quindi le misure adeguate.

L’igiene è fondamentale in generale, ma nel caso del trasportino per cani è ancora più importante dal momento che il cane rimarrà chiuso in quell’ambiente ristretto per un certo periodo di tempo.

Per rendere il trasportino un luogo sicuro e pulito bisogna:

  • Posizionare dei panni assorbenti sulla base del trasportino, soprattutto nel caso di viaggi lunghi.
  • Rimuovere gli eventuali escrementi e igienizzare l’interno del trasportino (anche perché la plastica tende ad assorbire gli odori).
  • Dopo un lungo viaggio e dopo aver lavato il trasportino, lasciatelo per qualche ora all’aria aperta.
  • Se volete evitare prodotti chimici (che solitamente hanno anche un odore forte che potrebbe infastidire l’animale), una buona soluzione naturale è il bicarbonato e l’aceto di mele.

Adesso che avete a disposizione tutti gli elementi per scegliere il vostro trasportino andiamo a vedere la classifica dei migliori in commercio.

Amazon Basics (trasportino morbido) – il miglior trasportino economico

Pro:

  • Disponibile in tre misure
  • Tutte e quattro le pareti a rete per la massima ventilazione
  • Chiusura a zip superiore e frontale
  • Maniglia e tracolla per il trasporto
  • Base rimovibile con tappetino morbido
  • Fondo rigido indeformabile

Contro:

  • La misura più grande è per cani non oltre i 10 kg

A chi lo consiglio: trasportino gatto/cane morbido che, nonostante il prezzo assolutamente contenuto, fa il suo dovere e lo fa bene.

Adatto a viaggi di media durata (o brevi) soprattutto in automobile.

Molto carino il fatto che tutte le pareti siano di rete, in modo che il cane possa guardare fuori ed avere un’ottima areazione. Attenzione però: il vostro cane potrebbe mordere o lacerare la rete per cercare di scappare.

Morpilot – il trasportino per gatti/cani più morbido

Pro:

  • Disponibile in tre colori e due misure diverse
  • Rete traspirante sulla parte superiore e tre lati
  • Con maniglia e tracolla
  • Con morbido cuscino rimovibile
  • Con ciotola inclusa
  • Con tasca frontale e gancio interno

Contro:

  • La misura più grande è per cani non oltre i 9 kg

A chi lo consiglio: questo trasportino è perfetto per chi possiede un cane di piccola taglia (o un gatto) e vuole farlo sentire coccolato, per un trasporto confortevole.

Il tappetino rimovibile è infatti super soffice e spesso, la tasca laterale permette di portare con sé tutto l’occorrente per prendersi cura del proprio animale.

La maniglia per il trasporto è molto robusta (in pelle) e il trasportino ha anche le misure adatte per essere sistemato sotto il sedile durante i viaggi in aereo.

Lionto by Dibea – il trasportino più compatto

Pro:

  • Disponibile in sei misure e quattro colori
  • Con rete superiore e sui quattro lati
  • Pieghevole, occupa pochissimo spazio
  • Con base rigida e tappetino morbido rimovibile
  • Con maniglia e tracolla
  • Con tasche e piccola borsetta portaoggetti inclusa (rimovibile)
  • La misura più grande va bene anche per cani oltre i 20 kg

Contro:

  • Potrebbe essere difficoltoso trasportare i cani più grandi in un trasportino morbido

A chi lo consiglio: grazie all’ampia scelta di misure disponibili, questo trasportino è adatto sia a piccoli animali che a cani di grossa taglia.

Nonostante sia un trasportino morbido, i tubi in acciaio lo rendono estremamente resistente, adatto anche ai cani più irruenti e quasi un ibrido tra trasportino morbido e rigido.

A differenza di quelli rigidi, i tubi possono essere staccati e il trasportino ripiegato fino a diventare completamente piatto. Perfetto quindi per chi ha poco spazio in casa o per chi lo vuole tenere sempre in automobile per ogni evenienza.

Dadypet – il miglior trasportino estensibile

Pro:

  • Con ventilazione su tre lati
  • Con ampie tasche laterali
  • Con maniglia e tracolla
  • Con tunnel espandibile per aumentare lo spazio all’interno
  • Con tappetino in pile super morbido rimovibile
  • Pieghevole

Pro:

  • Non adatto ad animali grandi, ma solo per cane o gatto fino a 6,8 kg
  • Solo una misura disponibile

A chi lo consiglio: questo trasportino gatto/cane è adatto a chi possiede animali di taglia piccola e vuole garantirgli il massimo comfort anche in viaggio.

La parete laterale si allunga, creano così una sorta di tunnel di rete che aumenta lo spazio all’interno del trasportino di ben del 65%: in questo modo l’animale potrà allungare le gambe e distendersi comodamente.

Amazon Basics (trasportino rigido) – il migliore per rapporto qualità/prezzo

Pro:

  • Disponibile in due misure
  • Con grata frontale e ventilazione su tutti i lati
  • Con apertura sia frontale che superiore
  • Realizzato in plastica che rendono la struttura solida e resistente
  • Dotato di sportello frontale in filo d’acciaio ultra sicuro

Contro:

  • Non adatto a cani grandi

A chi lo consiglio: questo modello di trasportino rigido è adatto a tutti coloro che desiderano viaggiare con il proprio animale non solo su tratte brevi ma anche su quelle più lunghe.

Il trasportino è infatti leggero ma super resistente e garantisce all’animale la giusta sicurezza e circolazione dell’aria durante il trasporto.

La porta in metallo è a prova di denti anche con i cani più indisciplinati.

Kerbl 81346 -il più leggero

Pro:

  • Disponibile in tre colori
  • Con ventilazione su tutti i lati
  • Con attacco per cinture di sicurezza
  • Completamente in plastica quindi super leggero (0,5 kg)
  • La parte superiore si può sollevare completamente

Contro:

  • Disponibile solamente per animali di taglia piccola

A chi lo consiglio: il trasportino rigido Kerbl si distingue sicuramente per la leggerezza.

Il suo peso di circa mezzo chilo lo rende perfetto per trasportare il proprio amico a quattro zampe nelle più svariate occasioni senza dover essere Braccio di Ferro e i due pezzi completamente smontabili ed impilabili tra loro lo rendono compatto da riporre.

Karlie 513771 Nomad – il migliore per i viaggi in aereo (ma non solo)

Pro:

  • Disponibile in sei misure
  • Con grata frontale e ventilazione su tutti i lati
  • Composto da due parti smontabili
  • Con ciotola staccabile inclusa
  • Ruote incluse per le quattro taglie più grandi
  • A norma per il trasporto aereo

Contro:

  • Alcune recensioni riportano di averlo trovato scomodo da montare la prima volta

A chi lo consiglio: il trasportino Karlie è adatto a tutti i tipi di viaggio, inclusi quelli più lunghi ed in aereo.

Questo trasportino soddisfa infatti i requisiti IATA, cioè quelli richiesti dalle compagnie aeree per viaggiare con i propri animali e risulta estremamente sicuro per qualsiasi tipo di cane o gatto.

Le grate sono molto resistenti ma garantiscono una buona ventilazione e le due parti sono completamente staccabili tra loro per riporlo in poco spazio.

I vincitori

Siamo arrivati alla fine ed è quindi giunto il momento di vedere qual è il il miglior trasportino per gatti/cani sia di tipologia morbida che rigida.

Tutti i modelli proposti possono essere utilizzati anche come trasportini per gatti, avendo comunque cura di scegliere la taglia ideale in base alle dimensioni del proprio gatto.

Tra i trasportini rigidi il migliore è il Karlie e le ragioni che stanno alla base di questa scelta sono molteplici.

Questo trasportino è disponibile in molte taglie per cui non sarà difficile trovare quella giusta nemmeno nel caso il vostro cane sia di taglia molto grande.

I materiali di costruzione risultano inoltre solidi e garantiscono che l’animale non abbia possibilità di fuga ma anzi si senta protetto e sicuro.

Il fatto che sia conforme alla normativa IATA permette inoltre di acquistare un unico trasportino per tutti i tipi di viaggio, senza doverne noleggiare uno dalla compagnia aerea.

Un suggerimento? Se il vostro cane è abituato al trasportino e lo considera il suo luogo sicuro, una volta arrivati a destinazione (per esempio in una casa vacanze o in albergo) potrete staccare la parte superiore e utilizzare quella inferiore (inserendo un cuscino o la sua coperta) come cuccia senza dovervene portare appresso un’altra.

Per quanto riguarda i trasportini per gatti o cani morbidi, il migliore per animali di qualsiasi taglia è il Lionto by Dibea.

E’ infatti disponibile in molte misure e, soprattutto, i tubi in acciaio lo rendono resistente anche con i cani più turbolenti.

Interessante la borsetta staccabile inclusa per riporre tutte le cose necessarie alla cura del nostro amico peloso e la possibilità di arrotolare e agganciare con il velcro tutte le pareti: in questo caso si può lasciare il trasportino aperto su tutti i lati anche in salotto, come luogo di riposo per il nostro cane, senza che le pareti aperte rimangano penzolanti.

La caratteristica che più mi ha colpito è comunque la possibilità di sganciare i tubi di acciaio e rendere così il trasportino completamente piatto: in questo modo il trasportino si può riporre anche nei luoghi più stretti, dietro l’armadio, dietro la porta o di piatto nel bagagliaio dell’automobile, è così poco ingombrante che vi dimenticherete di averlo!