I cani possono mangiare il cibo per gatti?

By Simona Nicoletti

Gatti e cani possono e vogliono mangiare il cibo dell’altro se ne hanno la possibilità. Ma è giusto che lo facciano?

Questa è una domanda comune che ricevo come veterinario da molte famiglie di cani e gatti.

La semplice verità è che dipende molto dalla frequenza e dalla quantità di cibo dell’altro.

In questo articolo spiegherò la differenza tra cibo per cani e per gatti e come tenere il cane lontano dalla ciotola del gatto.

Qual è la differenza tra cibo per cani e cibo per gatti?

Ma prima, la storia: come studente di veterinaria nel reparto di terapia intensiva di un ospedale veterinario, ho visto spesso la magia del cibo per gatti operare davanti ai miei occhi.

Cani esausti, emaciati e scheletrici, che rifiutavano tutte le crocchette, le scatolette e persino le leccornie speciali che cercavamo di somministrare loro, sembravano improvvisamente ringiovaniti di 5 anni al solo sentore di cibo per gatti.

Il cibo per gatti li aiutava a mettere su i pochi chili necessari per sopravvivere alle loro malattie. Come è stato possibile? Ci deve essere qualcosa nel cibo per gatti che lo rende così irresistibilmente attraente per i nostri compagni canini!

Prima di entrare nel merito dei contenuti degli alimenti per gatti, è importante capire alcuni aspetti che rendono un cane diverso da un gatto. Una delle principali differenze tra cani e gatti è l’intestino.

L’intestino dei gatti è relativamente corto e molto inefficiente rispetto a quello dei cani. Questo fa sì che molti nutrienti passino attraverso il tratto digestivo intatti, senza essere assorbiti.[1]

Come si può immaginare, questo rende la cacca dei gatti piuttosto nutriente, ma come fanno i gatti a nutrirsi?

Per compensare questa inefficienza, il cibo per gatti deve essere ricco di proteine e di grassi: basta dare una rapida occhiata alle etichette degli alimenti per cani e gatti per rendersene conto.

Sfortunatamente, questi due componenti sono irresistibili per i nostri cani golosi e ingozzati. Ecco un fatto divertente sul perché i fast food creano dipendenza negli esseri umani: il cervello umano è predisposto a desiderare cibi ad alto contenuto di zucchero e sale.

Questo perché, quando l’umanità si è evoluta, era difficile ottenere una quantità sufficiente di questi nutrienti.

Per ragioni molto simili, i cani sono predisposti a ricercare proteine e grassi.[2] Questo li porta spesso a essere ossessionati dal cibo del loro compagno di casa felino e molto spesso, purtroppo, anche dalla sua lettiera.[3, 4, 5]

È davvero così diverso? Il cibo per gatti fa male ai cani?

Le risposte a queste domande sono:

“Abbastanza diverso da fare la differenza” e “Può esserlo se somministrato regolarmente”?

Come illustrato nei grafici seguenti, le differenze sono evidenti.

percentage in food fry matter
Grafico: Confronto dei requisiti nutrizionali minimi di cani e gatti nelle diverse fasi della vita.
Riferimento: AAFCO

Non è il caso di allarmarsi se il vostro cane, altrimenti sano, ha mangiato il cibo del vostro gatto. Gli effetti immediati sui cani che mangiano cibo per gatti possono essere disturbi di stomaco, vomito e diarrea.

Anche se questo non significa che il cane morirà dopo aver mangiato cibo per gatti, con il tempo il consumo regolare di cibo per gatti porterà all’obesità a causa dell’elevato contenuto di grassi

Il contenuto di grassi nel cibo per gatti può anche portare alla pancreatite se i cani vengono alimentati con cibo per gatti come dieta principale per un periodo di tempo prolungato

Il consumo di cibo per gatti è particolarmente dannoso per i cani che soffrono di patologie epatiche e renali. Infatti, gli alti livelli di proteine presenti nel cibo per gatti causano un ulteriore stress al fegato e ai reni già malati e possono portare a un rapido deterioramento delle condizioni del cane

È necessario capire che i danni causati dal cibo per gatti sono cumulativi. Nei cani sani, i sintomi gravi iniziano a manifestarsi dopo qualche tempo di negligenza.[1, 6]

Il cibo del mio cane può danneggiare il mio gatto?

Detto questo, è molto più dannoso quando i gatti mangiano cibo per cani come dieta principale che non il contrario. Il cibo per cani non è adatto ai gatti se somministrato da solo.

I gatti hanno bisogno che il loro cibo contenga una quantità sufficiente di vitamina A, niacina, acido arachidonico e taurina. Questo perché i gatti, a differenza dei cani, sono carnivori obbligati e non sono in grado di produrre da soli una quantità sufficiente di queste vitamine, acidi grassi e aminoacidi essenziali.

Tuttavia, non bisogna allarmarsi se il gatto mangia parte del cibo del cane. I gatti possono mangiare cibo per cani in piccole quantità, purché non sia la loro dieta principale.

I gatti hanno bisogno di una dieta certificata specificamente formulata per gatti che contenga una quantità sufficiente di proteine, grassi e le vitamine, gli acidi grassi e gli aminoacidi essenziali di cui sopra per vivere una vita lunga e sana.[1]

Cosa posso fare se il mio cane ha mangiato cibo per gatti?

Questa domanda dipende da dove il cane ha trovato il cibo per gatti. Se scoprite che il vostro cane ha mangiato il cibo del gatto, la vostra principale preoccupazione sarà quella di escogitare un piano ingegnoso per tenere il ladro di cibo per gatti lontano dal cibo di Felix.

Tuttavia, se i cani e gli individui cattivi sanno una cosa, è che il cibo per gatti è gustoso. Se il vostro cane trova e mangia del cibo per gatti all’aperto, assicuratevi che il cibo non contenga veleno.

Il cibo per gatti e altri alimenti gustosi sono spesso usati da individui cattivi per avvelenare gli animali. Se non notate nulla di strano nel cibo per gatti, portate il cane a casa e tenetelo d’occhio per il resto della giornata.

Se inizia a comportarsi male o se il cibo per gatti contiene qualcosa di strano, vi consigliamo di portare immediatamente il cane alla clinica veterinaria più vicina.

Portate al veterinario un po’ del cibo trovato, in modo che possa identificare rapidamente la sostanza tossica.

Cosa posso fare per evitare che Dogin Hood saccheggi la ciotola del cibo del gatto?

La prima cosa da fare è osservare bene il vostro cane. Le misure da adottare per uno Yorkie saranno diverse da quelle da adottare per un alano.

Se avete un cane di piccola taglia, di solito mettere la ciotola del cibo del gatto in un posto rialzato è sufficiente. Alcuni cani trovano il modo di aggirare l’ostacolo e spostano i mobili. Assicuratevi che non possano giocare a tetris con i mobili e costruirsi una scala per raggiungere l’agognato cibo del gatto

Se i posti alti funzionano per i cani piccoli, gli spazi piccoli di solito funzionano per i cani grandi. Potete mettere il cibo del vostro gatto in una piccola cassa da viaggio che sia abbastanza grande e comoda da permettergli di mangiare in pace.

I cani di grossa taglia, tuttavia, possono mangiare in queste piccole casse da viaggio. Trovate un modo per fissare la cassa in modo che non possa essere spostata.

Potete anche mettere il cibo del gatto in una stanza chiusa e installare una gattaiola che non possa passare attraverso il cane.

Dedicare un’area della casa in cui il gatto possa trascorrere un po’ di tempo libero lontano dal cane è utile anche per il gatto, poiché i felini si stressano facilmente. Lo stress può talvolta portare a gravi condizioni di salute nei gatti.

Potete anche mettere il cibo del vostro gatto in un posto particolarmente impegnativo. I gatti sani sono come dei ninja e raggiungere la ciotola del cibo su un ripiano alto non dovrebbe essere un problema.

Fortunatamente i cani non sono agili come i gatti. È sempre bene mettere il cibo del gatto in un punto in cui il cane dovrebbe compiere una grande impresa atletica. Se sono così intenzionati a raggiungerlo, il minimo che si possa fare è farli lavorare per ottenerlo.

La linea di fondo

Ci auguriamo che ora possiate apprezzare le differenze tra il cibo per cani e quello per gatti. Tenete presente che, sebbene il cibo per gatti non sia velenoso per i cani e viceversa, il consumo frequente di quantità significative di cibo degli uni e degli altri può portare a gravi condizioni di salute nel tempo.

Utilizzate i consigli di cui sopra per tenere la vostra famiglia mista lontana dal cibo dell’altro e mantenere i vostri animali in salute.

Simona Nicoletti