Clicky

9 motivi per cui il vostro cane fa improvvisamente la cacca in casa (di nuovo)

By Simona Nicoletti

Che diavolo è questa puzza? Qualcuno ha dimenticato di tirare lo sciacquone?”

Poi ci si accorge che non c’è niente da fare.

Proprio sul pavimento vedete un bel mucchio di cacca. Il vostro cane addestrato in casa vi ha colto di sorpresa.

“Ma perché? Che cosa sta succedendo? Pensavo che avessimo risolto”

Non fatevi prendere dal panico.

Ci sono alcuni motivi comuni per cui questo accade.

Continuate a leggere per scoprire:

  • 17 semplici consigli per prevenire questo comportamento indesiderato.
  • Se i cani che fanno la cacca per dispetto sono un mito o una realtà.
  • 3 pericoli legati alla disciplina del cane che non fa la cacca in casa.
  • 9 condizioni mediche che potrebbero essere la causa dell’improvvisa cacca in casa del vostro cane.
  • I motivi per cui non dovreste spaventare il vostro cane se vedete che si sta preparando a fare la cacca in casa
  • Quali sono i metodi che i ricercatori consigliano di utilizzare per l’addestramento del cane e perché (vedi il suggerimento n. 3).
  • E molto altro ancora..

Perché il mio cane fa improvvisamente la cacca in casa?

Se il vostro cane ha iniziato improvvisamente a fare la cacca in casa, la ragione più probabile è un problema medico. Potrebbe anche essere che il cane stia invecchiando e che la sua vescica non regga più. Oppure perché è stressato a causa di un drastico cambiamento di vita. Un’altra possibilità è che soffra di ansia da separazione.

Situazioni comuni:

Situazione 1: Perché il mio cane fa improvvisamente la cacca in casa di notte?

Situazione 2: Perché il mio cucciolo fa improvvisamente la cacca in casa?

Situazione 3: Perché il mio vecchio cane addestrato in casa fa improvvisamente la cacca in casa?

Fare la cacca per dispetto

Prima di passare ai motivi, voglio chiarire una cosa. Inizierò quindi con lo sfatare un mito di cui probabilmente avrete sentito parlare. Sto parlando dei cani che fanno la cacca per dispetto.

Se pensate che questo sia il motivo dell’improvvisa cacca in casa del vostro cane, non siete nemmeno lontanamente vicini alla soluzione del problema. Perché semplicemente non è così

Inoltre, non è utile accumulare tensione nei confronti del cane. I cani sono creature sensibili e intelligenti, quindi capteranno le vostre emozioni. E diventeranno tesi nei vostri confronti.

Il che non risolve il problema e può addirittura ingigantirlo

Un’altra cosa da considerare..

Alcune persone pensano che se il loro cane fa la pipì o la cacca in casa e li guarda, è un atto di disobbedienza

O di vendicarsi di loro.

Una sola parola. NO. No, no e no. I cani vi guardano negli occhi quando eliminano (sia in casa che all’aperto) perché cercano il vostro sostegno.

Dopo tutto, i cani sono animali da branco. Sopravvivono guardandosi le spalle a vicenda. Quando un cane è accovacciato, si trova in una posizione vulnerabile e vi guarda per avere un senso di sicurezza.

Infine, ma non per questo meno importante, il vostro cane non ha assolutamente idea di quanto possiate essere disgustati dalla sua cacca. Non è che i cani nascano con una conoscenza comune dei batteri

Inoltre, non sono oppressi da pensieri come “Oh, cavolo! Ora devo pulirla…” I cani rispondono alla chiamata della natura. Tutto qui

Quindi, prima di arrabbiarvi con il vostro cane e di prenderla sul personale, vi invito a conoscere le vere ragioni di questo comportamento. Perché c’è qualcosa che disturba il vostro cane.

Detto questo, vi presento..


9 motivi per cui il vostro cane fa casualmente la cacca in casa (di nuovo)


#1: Distrazione in azione

Il vostro cane si distrae facilmente?

Se sì, potrebbe essere questo a impedirgli di fare i suoi bisogni

Una ricerca ha scoperto che i cani si distraggono facilmente dal mangiare quando ci sono persone nella stessa stanza

Invece, i cani si concentrano sul personale e sulle attività che gli umani stanno svolgendo. Di conseguenza, i cani non ingeriscono tanto cibo quanto ne ingerirebbero se fossero concentrati solo sul mangiare.

Posso capirlo. Soprattutto quando è l’ora del vasino.

Allora il mio cane Lissa annusa l’ambiente circostante. E proprio mentre si prepara ad accovacciarsi, qualcosa attira la sua attenzione

Si blocca, guardando nella direzione da cui proviene il suono. E si dimentica di quello che stava per fare..

Questo è particolarmente spiacevole durante l’inverno e le temperature rigide. Ma succede

Soprattutto se il cane in questione ha bisogno di stare più tempo fuori. Ma durante i mesi freddi non è facile fare lunghe passeggiate

Certo, il vostro cane ne ha bisogno. Ma a meno che non abbiate una razza che tollera il freddo, è probabile che il vostro cane voglia tornare a casa il prima possibile.

Allora gli mancherà il tempo necessario per stare all’aperto. E non appena uscirà di nuovo, la sua mente sarà tutta presa da un’altra cosa

Se potessero parlare, probabilmente vi direbbero: “Oh, guarda! Uno scoiattolo” O “Ehi, cosa sta facendo questa persona?”

È proprio questo l’aspetto incuriosito di Lissa

#2: Paura e/o ansia

Innanzitutto, chiariamo brevemente la differenza tra questi due termini

Secondo Verywell Mind:

“La paura si riferisce a una minaccia nota o compresa, mentre l’ansia deriva da una minaccia sconosciuta, attesa o mal definita.

La paura e l’ansia producono entrambe una risposta allo stress simile”

Ecco come il corpo del cane reagisce al pericolo

  • Respiro corto.
  • Muscoli tesi.
  • Battito cardiaco accelerato

Se il vostro cane prova paura o ansia, non si sentirà a suo agio nel fare la cacca

E sapevate che la paura può causare ansia?

Secondo l’AKC:

“L’ansia legata alla paura può essere causata da rumori forti, persone o animali sconosciuti, stimoli visivi come cappelli o ombrelli, ambienti nuovi o strani, situazioni specifiche – come l’ufficio del veterinario o i viaggi in auto – o superfici come l’erba o il parquet. Anche se alcuni cani possono avere solo brevi reazioni a questo tipo di stimoli, essi possono influenzare i cani ansiosi in modo più conseguente”

Considerate se uno dei fattori scatenanti di cui sopra può aver reso il vostro cane timoroso o ansioso. Se il cane è spaventato per questi motivi, lo tratterrà finché non si sentirà di nuovo al sicuro.

Un altro fattore di stress per i cani che hanno accesso a un cortile potrebbe essere una recinzione elettrica. Se una volta l’hanno toccata e hanno subito una scossa elettrica, potrebbero essere ansiosi in questo tipo di ambiente.

#3: Condizioni mediche

Tra le condizioni mediche che possono indurre il cane a fare la cacca in casa vi sono:

  • Influenza intestinale.
  • Cancro all’intestino.
  • Atrofia muscolare.
  • Intossicazione alimentare.
  • Dolore o artrite.
  • Intolleranze e allergie alimentari.
  • Malattia infiammatoria intestinale (IBD).
  • Disfunzione cognitiva canina(CCD).
  • Parassiti e infezioni virali (vermi tondi, anchilostomi, giardia).

Parassiti intestinali

Attenzione: Se la causa di questo problema sono i parassiti intestinali, è probabile che il cane abbia la diarrea. Se notate questo fenomeno, non perdete tempo e rivolgetevi al veterinario.

I cani giovani e quelli con un sistema immunitario debole hanno maggiori possibilità di contrarre un’infezione

Malattia infiammatoria intestinale (IBD)

I parassiti e la malattia infiammatoria intestinale (IBD) hanno in comune le feci molli o la diarrea. Un cane affetto da IBD potrebbe non essere in grado di assorbire le sostanze nutritive e digerire il cibo

Non è ancora nota la causa dell’IBD

Disfunzione cognitiva canina (CCD)

Quando il cervello invecchia, i cani iniziano a perdere le loro funzioni cognitive. Si tratta di un fenomeno simile al morbo di Alzheimer nelle persone.

I sintomi includono

  • Sporcizia in casa.
  • Disorientamento
  • Segni di paura e ansia.
  • Cambiamento del modo di interagire con gli esseri umani e gli altri animali domestici.

Atrofia muscolare

Sebbene questa condizione possa colpire qualsiasi cane, si manifesta soprattutto in quelli più anziani. I muscoli potrebbero indebolirsi a causa delle condizioni generali di salute del cane.

#4: Cambiamenti di vita

Se c’è una cosa da sapere sui cani è che amano la routine. Quando si verificano cambiamenti radicali nella vita di un cane, quest’ultimo potrebbe stressarsi.

Per capire meglio cosa sta passando il vostro cane..

Immaginate di svolgere un lavoro per anni e anni. Sapete a che ora dovete essere lì, quali sono i vostri obiettivi, come raggiungerli e quanto denaro riceverete.

La routine è così radicata in voi che potreste fare tutto questo a occhi chiusi.

Ma un giorno… tutto cambia. Ed è troppo presto per dire se in meglio o in peggio..

La sede del vostro ufficio viene cambiata. Avete un nuovo capo. Gli obiettivi sono stati cambiati. E ci sono nuovi requisiti per raggiungerli. Inoltre, c’è incertezza sullo stipendio che otterrete

O.K., so che sembra estremo. Ma queste cose accadono. Anche se non (fortunatamente) tutte insieme. Ma provate a immaginare come vi sentireste se succedesse.

È quello che provano i cani ogni volta che c’è un cambiamento drastico nella loro vita. In una parola: stress.

I cani possono essere stressati quando:

  • Si cambia casa.
  • Un membro della famiglia se ne va o muore.
  • Hanno subito un abbandono.
  • Si aggiunge un nuovo membro alla famiglia.
  • La costruzione della casa cambia.
  • Il programma delle passeggiate quotidiane è cambiato.

#5: Avete un cane da salvataggio

Accogliere un cane da salvataggio è una cosa nobile e meravigliosa. Ma comporta alcune sfide

A seconda della storia del singolo cane, dovrà superare alcune paure. E dovranno anche imparare cose nuove.

La triste realtà di alcuni cani da rifugio è che sono lì fin da cuccioli. E quindi possono mancare di capacità di socializzazione e avere ansia da separazione.

Non si può pretendere che tutti i cani salvati abbiano l’abitudine di fare i bisogni

I cani nei rifugi vivono in piccole stanze con due porte. Una porta conduce a una piccola area confinata appena fuori dalla gabbia. L’altra conduce all’interno del rifugio.

A volte, se il cane deve andare, fa la pipì nella sua piccola stanza. Non perché lo voglia, ma perché non ha scelta

Nota: di solito un cane sano non fa mai la pipì o la cacca dove dorme. I cani odiano farlo perché devono sdraiarsi dove c’è il pasticcio.

#6: Ansia da separazione

I cani che vengono lasciati soli per più di 4 ore e i cui orari sono cambiati possono sviluppare l’ansia da separazione. Ma potrebbe anche trattarsi di una predisposizione genetica.

Saprete che il vostro cane soffre di ansia da separazione se:

  • Scavare.
  • Abbaia.
  • Abbaia.
  • Ulula.
  • Ansima.
  • Masticare.
  • Piagnucolare.
  • Sporcare la casa.

E tutto questo accade quando siete fuori casa. Così, quando tornate a casa, trovate una sorpresa.

#7: Marcatura

La marcatura con le feci è rara. Ma può accadere in casa se c’è una nuova persona o un nuovo animale. Perché il cane potrebbe percepire il nuovo arrivato come una minaccia.

#8: Preferenza per il substrato

La preferenza per il substrato è un comportamento innato o appreso. Significa che il cane preferisce una consistenza dove fare la cacca rispetto a un’altra.

La preferenza per il substrato è più comune nei cani

#9: Un cambiamento nella dieta

L’introduzione di una dieta diversa può accelerare il bisogno di fare la cacca. Questo accade di solito quando il cambiamento non è graduale

Ad esempio, se fino a ieri ha mangiato un tipo di cibo. E oggi gliene date uno completamente diverso

L’apparato digerente reagirà a questo cambiamento perché non è ancora abituato al nuovo tipo di cibo

Un’altra cosa da tenere presente è che il cibo per cani economico del supermercato contiene riempitivi e cereali. Questo può causare frequenti eliminazioni. Ecco perché è meglio optare per alimenti di alta qualità.


17 consigli per evitare che il vostro cane/ cucciolo addestrato a casa faccia la cacca all’interno dell’abitazione


#1: Stabilire se si tratta di un problema medico o comportamentale

Determinare il motivo di un’improvvisa cacca in casa può essere complicato. Per questo motivo, potrebbe essere utile l’aiuto del veterinario

Prima si fa controllare il cane, meglio è. In questo modo potrete evitare che un problema medico si trasformi in una condizione grave

Una volta chiarito il problema, saprete quali passi intraprendere nella giusta direzione.

Se il problema è di natura medica, il veterinario proporrà un trattamento adeguato. Se invece si tratta di un problema comportamentale, dovrete rivolgervi a un addestratore o a un comportamentista autorizzato.

#2: Fare la cacca è una priorità

Non è uno scherzo. Il primo compito del cane quando esce dovrebbe essere quello di fare la cacca.

Se lungo il percorso si presentano distrazioni come altri cani o persone, evitatele come la peste

Se temete di sembrare scortesi, spiegate gentilmente cosa state cercando di fare. E che prima di chiacchierare bisogna far fare la cacca al cane.

Questo funziona per me e per il mio cane Lissa. Ha diversi posti all’esterno dove preferisce fare la cacca. E per fortuna non ci sono molte persone o cani

Così, non appena raggiungiamo il posto, Lissa si accovaccia. Poi inizia a girare intorno e infine… lascia cadere il carico

Io tiravo un sospiro di sollievo. E continuiamo felicemente la nostra passeggiata senza preoccupazioni.

Detto questo, evitate di giocare con il vostro cane prima di aver fatto la cacca

E soprattutto, non tornate a casa prima che il vostro cane abbia fatto la cacca.

#3: organizzate una festa per il vostro cane non appena fa la cacca all’aperto

Non vi piacerebbe quando fate qualcosa di giusto e venite premiati per questo?

Anche se non riceviamo sempre delle ovazioni quando facciamo qualcosa di buono, sono sicuro che non sarete contrari se succede di tanto in tanto.

E cosa sapete? I cani funzionano secondo gli stessi principi

Prendiamo, ad esempio, questo studio. Sottolinea l’importanza e l’efficacia del rinforzo positivo nell’addestramento dei cani.

Il fatto è che nel corso della storia, le persone hanno addestrato i cani domestici utilizzando principalmente il rinforzo negativo

Ma negli ultimi anni il rinforzo positivo ha iniziato a guadagnare popolarità. Si caratterizza per premiare il cane ogni volta che mostra il comportamento desiderato.

Ma torniamo allo studio. Gli scienziati hanno chiesto a 364 genitori di cani quali metodi di addestramento utilizzano per 7 compiti di base

Ecco cosa hanno scoperto i ricercatori:

  • il 60% ha lodato i propri cani.
  • il 12% ha usato punizioni fisiche.
  • il 66% ha usato punizioni vocali.
  • l’11% ha premiato i cani giocando con loro.
  • il 51% ha premiato i cani dando loro del cibo.

I risultati?

I cani addestrati con metodi di rinforzo negativo mostravano comportamenti più problematici. I problemi comportamentali dei cani possono derivare o portare all’ansia da separazione

Inoltre, le tecniche di rinforzo negativo non hanno dimostrato di aumentare l’obbedienza dei cani. Per questo motivo i ricercatori hanno concluso che l’addestramento positivo potrebbe avere maggiori benefici sia per i cani che per i loro umani.

Inoltre, secondo il NCPPSP Regional Shelter Study, il motivo numero uno per cui i cani da compagnia finiscono nei rifugi è rappresentato dai problemi comportamentali

Ora lo sapete. Ecco perché vi invito a utilizzare metodi di addestramento positivi con il vostro cucciolo o cane adulto

Questo è un modo semplice per addestrare il vostro cagnolino. E vi divertirete entrambi

Credetemi, è molto più piacevole che agire d’impulso, alzare il tono della voce o inventare punizioni

Cosa fare

Tenete sempre con voi dei bocconcini quando fate una passeggiata. Non appena il cane fa la cacca, iniziate a lodarlo con “Bravo ragazzo/ragazza!”. Poi date un bocconcino

Se lo fate subito dopo che il cane ha fatto la cacca, collegherà la ricompensa all’azione. Con un numero sufficiente di ripetizioni, si abituerà a fare la cacca fuori e a godere dei premi che ne derivano.

Nota: è meglio usare un premio di alto valore che non dareste al cane in nessun’altra occasione. In questo modo il cane è desideroso di lavorare per ottenere il premio e di guadagnarselo facendo ciò che volete.

#4: Fate sentire il vostro cane al sicuro

Date al vostro cane un po’ di pace e tranquillità. Che abbiate un cucciolo o un cane adulto da salvataggio, questo principio vale per entrambi

Per fare la cacca, hanno bisogno di concentrarsi. Ma possono farlo solo se non ci sono distrazioni. E con questo intendo anche i fattori di stress

Questi ultimi possono essere il passaggio del camion della spazzatura, una ristrutturazione in corso nelle strade o semplicemente la passeggiata del cane in un’ora di punta.

Provate a portare fuori il cane in zone tranquille. E verificate se il processo di cacca è più fluido.

#5: Desensibilizzare il cane

Il cane potrebbe avere dei traumi emotivi del passato

Non è necessario che il cane provenga da un rifugio per avere questo problema. Anche se problemi di questo tipo sono più comuni nei cani da salvataggio

Parliamo ora della desensibilizzazione. L’obiettivo è quello di cambiare la prospettiva del cane rispetto alla causa scatenante dello stress

Il cane deve essere esposto alla causa scatenante in modo graduale.

In questo modo, il fattore di stress apparirà meno spaventoso. Alla fine, il cane imparerà a non farci caso o a farci poco caso.

Potete rivolgervi a un addestratore di cani o a un comportamentista professionista per avere maggiori informazioni e un piano specifico

#6: Stabilite e rispettate un programma coerente per l’alimentazione e i servizi igienici

In altre parole, approfittate del fatto che i cani sono appassionati di routine

Già, ciò che molte persone trovano noioso, è benefico e consigliato per i cani

Perché?

Le routine sono sinonimo di prevedibilità. E fanno sentire il cane sicuro e protetto

Se avete un cucciolo, è probabile che faccia la cacca diversi minuti dopo aver mangiato. Questo aiuta a sapere cosa aspettarsi. O meglio, quando aspettarsela.

Ma per essere ancora più sicuri, stabilite degli orari specifici per la pappa. E rispettateli. In questo modo aumenterà la probabilità che il cane faccia la cacca subito dopo aver mangiato.

Nota: rimuovere il cibo non consumato 20 minuti dopo averlo servito. E attendere il pasto successivo prima di offrire nuovamente il cibo al cane.

Consultate il veterinario per sapere quanto cibo dare al vostro cane in base all’età, al peso e alle condizioni di salute generali.

Ora, per quanto riguarda le passeggiate. Le migliori pratiche prevedono che il cane faccia i bisogni la mattina presto, a metà giornata e la sera. Ma si può anche fare una passeggiata appena prima di andare a letto.

Per esperienza personale, posso dire che questa pratica funziona benissimo. La prima passeggiata del mio cane Lissa inizia alle 7.15. La seconda è tra le 13.30 e le 14.30. E la terza alle 21.00.

Entrambe siamo abituate alla routine e ci piace. E so che Lissa si sente a suo agio negli intervalli tra le passeggiate

Come faccio a esserne così sicura?

Beh, Lissa tende ad avvertirmi se ha bisogno di andare con urgenza. Inizia a camminare, guarda attraverso la finestra della porta del terrazzo. E scalpita sul muro e sulla porta del bagno

Quando la vedo fare così, mi assicuro di volare fuori di casa come un razzo

Tutto sta nel leggere i segnali che il vostro cane vi dà

#7: Pulire la macchia di cacca a casa con un detergente a base di enzimi

Se il vostro cane ha scelto un particolare punto della casa in cui fare la cacca, c’è una cosa che dovete fare. Pulirlo a fondo utilizzando un detergente enzimatico

Uno di questi che vi consiglio è Nature’s Miracle. Utilizzandolo, potrete prendere due piccioni con una fava. Rimuove gli odori e le macchie

Nota: assicuratevi di non lasciare tracce, perché l’odore della cacca può richiamare il cane sul posto. E potrebbe rifarla.

Ecco come pulire le tracce di cacca in modo efficace:

  1. Indossare guanti in lattice.
  2. Raccogliere la cacca solida con carta assorbente o con un sacchetto di plastica.
  3. Applicare un detergente enzimatico o a base biologica che neutralizzi gli odori.

#8: Non punire il cane per la cacca in casa

Dovete evitare di punire il vostro cane quando fa la cacca in casa

Perché?

Perché potrebbe ritorcersi contro

Quando i cani vengono sgridati o rimproverati, spesso hanno un’espressione particolare

Molte persone pensano che l’espressione facciale del cane mostri senso di colpa. Ma si sbagliano

I cani che vi guardano così sono spaventati. Sentono che siete arrabbiati e hanno paura di quello che potrebbe succedere dopo. Questo accade se il tono di voce e il linguaggio del corpo sono minacciosi

Ecco un esempio. Alcune persone mettono il muso del loro cane nella cacca del cane. Se lo fate, rischiate di insegnare al vostro cane che fare la cacca è inaccettabile

E non intendo solo in casa, ma in generale. Quando siete in giro. Vedete, il vostro cane collegherà la punizione all’atto stesso di fare la cacca. Non alla cacca in un posto particolare

Pericolo n. 1

Di conseguenza, il cane percepirà la cacca come qualcosa di negativo. E inizierà a trattenere la cacca invece di fare i bisogni quando deve farla. Inoltre, il cane diventerà ansioso quando sarà vicino a voi

Pericolo n. 2

Inoltre, il cane può iniziare ad associare la sua stanza a una punizione. E questo è l’opposto di ciò che volete. La stanza deve essere un luogo sicuro per il cane.

Come potete vedere, questo non risolve il problema. Ma può peggiorare la situazione

Pericolo n. 3

Invece di impedire al cane di fare la cacca in casa, questo metodo potrebbe far sì che il cane la faccia quando non ci siete. Cioè, sempre in casa.

E il cane potrebbe anche cercare di nascondere le feci per evitare la punizione.

Ma non è tutto.

BONUS

Il vostro cane potrebbe iniziare a evitarvi. Il che renderà più difficile l’addestramento in casa. Non sarete quindi in grado di insegnare al vostro cane a fare la cacca a comando

#9: Non spaventate il cane se vedete che sta per fare la cacca in casa

Conosco molti genitori di cani a cui è stato consigliato di spaventare il proprio cane se lo colgono sul fatto

Sebbene questo possa sembrare innocuo e utile, potrebbe avere effetti negativi sul cane

Perché?

Perché il cane potrebbe smettere di mostrarvi i segnali. Questo non farà cessare il bisogno di fare la cacca. Ma lo coprirà. E questo non è un bene per nessuno

In questo modo, non sarete in grado di riconoscere che il vostro cane ha bisogno di cure mediche se non quando è troppo tardi.

Invece, dovete essere in grado di leggere il vostro cane. E con gli indizi che vi danno, è più facile di quanto pensiate.

Ecco un’alternativa allo storno del cane.

Premiatelo perché vi mostra ciò che deve fare. Sì, avete letto bene

Subito dopo aver visto il cane camminare, annusare e girare in tondo, ditegli con entusiasmo “Bravo ragazzo/ragazza!”. Lodate il cane e portatelo fuori.

Per maggiori informazioni su cosa fare all’esterno, consultate il suggerimento n. 3

#10: Insegnate al vostro cane la parola “passeggiata”

Ho insegnato a Lissa questa semplice parola. Così ora è consapevole di ciò che accadrà ogni volta che dico: “Vuoi andare a fare una passeggiata?”. O “Che ne dici di una passeggiata?”.

E non vede l’ora di farlo. Mi guarda negli occhi, emette un abbaio. E si gira. Ma soprattutto va alla porta da sola

Insegnando al vostro cane un segnale verbale come questo, lo renderete parte attiva dell’azione che state compiendo. Non dovrete convincere il cane a venire da voi

Al contrario, correrà verso la porta. Con molta voglia di fare la passeggiata.

#11: Addestrare il cane a fare i bisogni a comando

Addestrare il cane a fare i bisognini a comando aiuterà a prevenire gli incidenti puzzolenti in casa. Inoltre, sarà utile durante l’inverno, quando ogni minuto fuori sembra un’eternità.

Anche quando siete in viaggio. Non avrete molto tempo per portare fuori il vostro cagnolino per mezz’ora. Avrete bisogno che faccia i suoi bisogni e che salga di nuovo in macchina.

Insegnando al cane a fare i bisogni a comando, supererà la sua esitazione a fare la cacca in luoghi sconosciuti. E voi vi risparmierete molte preoccupazioni e frustrazioni.

Per preparare il vostro cane al successo, seguite questi passaggi:

  1. Iniziate le lezioni al mattino.
  2. Quando vedete il vostro cane che sta facendo la cacca, ditegli “cacca”.
  3. Quando il cane ha finito, premiatelo con elogi e un bocconcino.

Come funziona

Pronunciando l’azione che il cane sta compiendo, inizia ad associare la parola ad essa. Dopo un po’ di tempo, sarete in grado di pronunciare la parola e il vostro cane agirà di conseguenza.

Nota: dovreste dire “cacca” mentre il cane fa la cacca. Ma non bisogna iniziare a lodarlo o a dargli dei dolcetti prima che il cane abbia finito di fare i suoi bisogni. Altrimenti interromperete il suo flusso.

#12: Mettete degli assorbenti profumati nella stanza

In questo modo si evita che il cane faccia la cacca direttamente sul pavimento di legno, sul tappeto o sulle piastrelle. Inoltre, con l’aiuto degli assorbenti per cuccioli, pulirete il disordine in un batter d’occhio.

Non sto dicendo che questa sia la soluzione definitiva. Ma è un passo importante verso di essa

Si può considerare come il ponte tra un cane che non fa i bisogni e un cane completamente addestrato in casa.

Quando il cane inizierà a fare la cacca solo sui tappetini, potrete spostarli più vicino alla porta d’ingresso.

Nota: se utilizzate questa tecnica per addestrare il vostro cane al vasino, potrebbe volerci più tempo.

#13: Sfruttare il vantaggio dell’attrazione della cacca

In breve, il cane sarà attratto dal luogo in cui ha fatto l’ultima cacca. O dal luogo in cui ha fatto la cacca.

In altre parole, una volta che il cane ha fatto la cacca in casa, potete prendere la cacca e metterla in un posto dove vorreste che la facesse. Ad esempio, in giardino

In questo modo il cane saprà dove fare la cacca la prossima volta

Nota: non dimenticate di pulire immediatamente il luogo in cui il cane sporca in casa. Il tempismo è fondamentale per evitare incidenti futuri nello stesso posto. Per maggiori informazioni, consultate il consiglio n. 7.

Se il cane recepisce il messaggio e fa la cacca fuori, potete rimuovere la cacca vecchia e lasciare quella nuova. Questo aumenterà la probabilità che il cane faccia di nuovo la cacca in quel luogo

#14: Fratello maggiore del cane

Non fraintendetemi. Non intendo installare telecamere in ogni stanza.

Quello che voglio dire è che dovreste monitorare da vicino il vostro cane. E cercare di prevenire i disordini. Se continuate a vedere incidenti, significa che dovete sorvegliare meglio il vostro cane.

Quando notate segni di pre-puzzicamento, come annusare, girare in tondo o accovacciarsi, dovete portare fuori il cane al più presto. Se avete un cane che potete trasportare, fatelo e portatelo alla porta

Anche se avete un cortile recintato dove il vostro cane può scorrazzare liberamente, dovete uscire con lui. In questo modo potrete lodarlo e premiarlo una volta che avrà eseguito il lavoro

Nota: non interagite con il cane finché non ha compiuto l’azione. Per saperne di più, consultate il suggerimento n. 3.

#15: Introdurre gradualmente nuovi alimenti al cane

Come indicato nel motivo n. 9, i cambiamenti improvvisi di cibo possono disturbare lo stomaco del cane. Per cambiare il cibo del cane nel modo giusto, è necessario mescolare la vecchia dieta con quella nuova.

L’AKC raccomanda di seguire queste proporzioni:

Nuovo ciboVecchio cibo
Giorno #125%75%
Giorno #350%50%
Giorno #575%25%
Giorno #7100%0%

#16: Trattare l’ansia da separazione

Ormai sapete che il vostro cane è terrorizzato quando viene lasciato a casa da solo. Ma per addestrarli, dovrete lasciarli da soli.

Con la differenza che sarete via solo per pochi minuti. Siate pazienti, perché sentirete molti lamenti e abbai

Ma se iniziate a uscire di casa per 5 minuti più volte al giorno, il cane si abituerà.

Quando il cane inizia a reagire meno, aumentate il periodo di tempo a 10 minuti, 15 minuti e così via.

Un’altra cosa che potete fare nel frattempo è lasciare accesa una colonna sonora per orecchie di cane. In questo modo il cane si tranquillizzerà mentre voi non ci siete.

Se il caso di ansia da separazione vi sembra grave da gestire da soli, contattate il veterinario. E chiedete loro di indirizzarvi a un comportamentista clinico.

#17: Se c’è un nuovo arrivato in famiglia, fatelo piovere

Sto parlando di croccantini

Il vostro cane può trarre grandi benefici da questo semplice metodo di dolcetto e scherzetto

Ogni volta che il nuovo arrivato entra nella stanza in cui si trova il cane, iniziate a riempire il vostro cane di attenzioni e di bocconcini. Non appena il nuovo arrivato si allontana, smettete di interagire con il cane.

In questo modo, il cane inizierà ad associare la nuova persona o il nuovo animale a cose positive. E solo a cose positive

A condizione che il nuovo arrivato non sia un bambino o un altro animale domestico, potete lasciare che anche loro diano delle leccornie al vostro cane

Simona Nicoletti