Clicky

Il cibo secco per cani può andare a male?

By Simona Nicoletti

es. Il cibo secco per cani può andare a male. Alla fine. La domanda è: quanto tempo ci vuole perché vada a male?

Non preoccupatevi, non è una domanda stupida. Come veterinario, me lo chiedono sempre.

Naturalmente, il cibo umido per cani va a male molto più rapidamente di quello secco. Ma anche il cibo secco alla fine va a male.

Continuate a leggere se volete saperne di più:

  • Quanto dura il cibo secco per cani?
  • Quali sono le cause del deterioramento?
  • Perché il vostro cane dovrebbe evitare il cibo andato a male?
  • Come capire se il cibo secco per cani è andato a male?
  • Come conservare il cibo secco per cani?
  • Cosa cercare quando si acquista il cibo secco?

Quanto dura il cibo secco per cani?

Il Cibo secco per cani è stato inventato per la comodità e la durata.

L’atto stesso di rimozione dell’umidità del cibo per cani è uno dei fattori principali che aiutano il cibo per cani a non andare a male.

Ci sono anche una serie di sostanze conservanti che aiutano a prolungare la durata di conservazione di un cibo secco per cani. Queste sostanze conservanti possono essere classificate in naturali e artificiali.

Queste giocano un ruolo nel prolungare la data di scadenza del cibo del cane.

Anche gli antiossidanti, come le vitamine e alcuni minerali, possono aiutare la conservazione del cibo e servono a mantenere il cane in salute e a bloccare i processi dipendenti dai radicali liberi, come l’irrancidimento dei grassi.

Alcuni termini comuni da tenere a mente quando si sceglie il cibo per il cane sono “da consumarsi preferibilmente entro” e “data di scadenza“.

La data di scadenza indica una data entro la quale il profilo del sapore, il valore nutrizionale (ad esempio, le vitamine), il colore e l’odore dell’alimento non dovrebbero essere alterati. Un sacchetto di cibo scaduto non è ottimale, ma è ancora perfettamente sicuro per il vostro cane.

D’altra parte, la data di scadenza indica una data entro la quale si prevede che l’alimento sia ragionevolmente degradato.

Gli alimenti che hanno superato la data di scadenza non sono più sicuri dal deterioramento, poiché i conservanti si sono degradati a quel punto.

Si consiglia di non somministrare tali alimenti al cane.

Tenete presente che le date di scadenza e di scadenza si riferiscono al sacchetto non aperto: la maggior parte delle formulazioni di cibo secco per cani va a male dopo poche settimane, una volta aperto o strappato il sacchetto.

Assicuratevi sempre che il sacchetto del cibo del vostro cane non sia danneggiato e sia ben sigillato.

Il cibo per cani in sacchetti intatti dovrebbe durare più di 12 mesi.

Tuttavia, la durata di conservazione dipende molto dagli ingredienti utilizzati nella dieta.

Il cibo secco per cani può andare a male? Cosa causa il deterioramento?

I processi di produzione degli alimenti secchi per cani eliminano la maggior parte dei batteri e dei funghi. Allora cosa provoca il deterioramento del cibo secco per cani?

Purtroppo, una volta aperto, non c’è nulla che possa fermare i loro sforzi di ricolonizzazione, a parte i conservanti (naturali o sintetici) che, come abbiamo detto prima, non durano per sempre.

I buchi nei sacchetti di cibo sono spesso la via attraverso la quale questi batteri e funghi possono rimpatriare nel cibo del cane. I buchi sono anche una via per l’aria e l’umidità da cui dipendono.

L’esposizione all’aria consente la moltiplicazione di batteri aerobi affamati di ossigeno. Questi possono produrre sottoprodotti tossici e accelerare l’ossidazione dei grassi.

Anche l’umidità può entrare nel sacchetto, creando un ambiente ideale per funghi (e batteri). Anche se pensate che il cibo nel sacchetto non sia umido, il cosiddetto “cibo secco” contiene in realtà fino al 14% di acqua.

Qualsiasi aumento dell’umidità può portare a una maggiore attività dell’acqua, consentendo la colonizzazione di funghi e microbi.

Infine, ma non meno importante, l’elevata temperatura ambientale accelera la crescita microbica e l’irrancidimento dei grassi.

I conservanti possono prevenire tutti questi processi solo fino alla data di scadenza del cibo secco per cani. Dopo di che, l’alimento inizierà a degradarsi.

Dopo la data di scadenza (o alcune settimane dopo l’apertura), il contenuto nutrizionale del cibo per cani è altamente compromesso e potrebbe anche contenere sostanze potenzialmente pericolose.

Come evidenziato da alcuni studi, l’irrancidimento è responsabile della maggior parte del deterioramento del cibo secco per animali domestici e pertanto le diete a basso contenuto di grassi hanno solitamente una durata di conservazione più lunga.

Per evitare un rapido deterioramento, si possono utilizzare diete a basso contenuto di grassi, ma bisogna sempre assicurarsi che la dieta scelta soddisfi il fabbisogno di grassi del cane.

Perché è dannoso per il cane mangiare cibo scaduto?

È dannoso per gli stessi motivi per cui non si dovrebbe mangiare cibo andato a male.

I sintomi più comuni causati dal cibo scaduto sono vomito, diarrea e flatulenza. I sintomi più gravi includono paralisi, enterite emorragica e altre condizioni intestinali.

Ciò è dovuto ai batteri, ai sottoprodotti batterici, alle tossine (es. tossina C1 del botulismo) e alle micotossine che si sono accumulate al suo interno.

I grassi irranciditi sono anche cancerogeni. Questo perché il processo di irrancidimento produce radicali liberi: atomi instabili che possono entrare nelle cellule e danneggiare il DNA, causando il cancro.

Normalmente, questi atomi vengono catturati dagli antiossidanti. Quando il cibo per cani scade, non ci sono più antiossidanti in esso per fermare questo processo.

Oltre al cancro, l’irrancidimento riduce anche i livelli di biotina (vitamina B7) nel cibo, causando una carenza di biotina nel cane.

Come capire se il cibo secco per cani è avariato?

Seguite questi semplici passaggi per capire se il vostro sacchetto di cibo per cani è avariato.

  1. Osservate il sacchetto e il cibo. Il cibo contiene muffa o insetti? C’è condensa all’interno del sacchetto? Fidatevi dei vostri occhi.
  2. Annusate il cibo. Ha un odore “strano”, rancido o acido? Se sì, è molto probabile che il cibo per cani sia rancido.
  3. Il vostro cane sembra sospettoso nei confronti del nuovo cibo? Il naso del cane lo sa! Vi consigliamo di annusare il sacchetto e di ispezionare attentamente il cibo in questo caso.
  4. Il cibo sembra eccessivamente unto o umido al tatto?
  5. Controllate di nuovo la data di scadenza del cibo.
  6. In futuro, scrivete sulla busta la data di apertura del cibo. Questo vi darà un’idea se il sacchetto di cibo è stato aperto troppo a lungo.

Se c’è qualcosa che non va negli alimenti, riportateli immediatamente indietro. Non dovreste pagare per alimenti che potrebbero danneggiare il vostro cane.

Metodi di conservazione del cibo

Esistono diversi metodi di conservazione.

Si consiglia di conservare il cibo per cani nel suo sacchetto originale. Assicuratevi di spingere l’aria fuori dal sacchetto e di chiuderlo il più ermeticamente possibile.

Alcune marche producono sacchetti ermetici con chiusura a zip per il cibo del cane che vi semplificheranno la vita.

Alcune persone conservano il cibo per cani in un contenitore. Purtroppo, questo non consente di spremere l’aria come in un sacchetto per alimenti.

Inoltre, a meno che non conserviate il sacchetto, non potrete vedere a colpo d’occhio le informazioni nutrizionali, la data di scadenza e il numero di lotto (il numero di lotto è particolarmente importante in caso di richiami).

È inoltre necessario lavare il contenitore ogni volta che lo si riempie, poiché l’olio del cibo precedente irrancidisce e rovina il nuovo cibo. La soluzione migliore è conservare il cibo nel sacchetto, chiuso nel contenitore.

Congelate una parte del cibo se il vostro cane impiega un paio di settimane per finire il sacchetto. Il congelamento del cibo secco per cani ne prolunga la durata di conservazione.

Tenere lontano dalla luce del sole. La luce del sole scalda il cibo e ne provoca l’irrancidimento.

I consigli di cui sopra dovrebbero essere sufficienti a mantenere il cibo del cane gustoso e commestibile per alcune settimane dopo l’apertura del sacchetto sigillato.

Consigli per mantenere fresco il cibo secco per cani

Vi suggeriamo di seguire queste semplici regole:

  1. Acquistare solo la quantità di cibo che il cane può consumare in poche settimane.
  2. Conservare il cibo nel sacchetto originale, spremere l’aria e sigillarlo bene (ad esempio con una clip, un filo o un elastico)
  3. Mettete il sacchetto in un contenitore ermetico.
    • Usate l’acciaio, perché è più igienico.
    • Usate il vetro solo se potete tenerlo al riparo dalla luce.
    • Usate la plastica, se siete disposti a pulirla accuratamente.
  4. Non mescolate il cibo nuovo con quello vecchio. Finite sempre il vecchio sacchetto di cibo prima di aprirne uno nuovo, a meno che non stiate cambiando la dieta del vostro cane.
  5. Pulite sempre il contenitore tra un sacchetto di cibo e l’altro. Gli oli rancidi causano una reazione a catena nel nuovo cibo e lo fanno deteriorare molto più velocemente.
  6. Lasciate sempre asciugare completamente il contenitore dopo la pulizia.
  7. Conservatelo in un luogo fresco e asciutto, lontano da insetti e roditori.
  8. Congelate una parte del cibo se ne avete troppo.

Seguendo queste semplici regole, il cibo del cane durerà più a lungo e sarà più sicuro.

Osservare le norme di base e usare un po’ di buon senso può essere molto utile. Chiedetevi sempre se lo dareste ai vostri figli se fosse il loro cibo.

Cosa cercare quando si acquista un cibo secco per cani?

Quando acquistate del cibo per cani, assicuratevi di controllare le date di scadenza e di scadenza. Quanto è vicina la data di scadenza a quella in cui si prevede che il cane lo finisca?

Leggete le etichette degli alimenti e verificate la presenza di conservanti. Suggerisco di scegliere alimenti con conservanti non sintetici se pensate che il vostro cane consumerà la busta in meno di 3 settimane.

In caso contrario, i conservanti sintetici di solito allungano la durata di conservazione del cibo e, anche se questo potrebbe essere discutibile, probabilmente i conservanti sintetici causano meno danni al cane rispetto al cibo irrancidito o rovinato.

Se volete che il cibo del vostro cane abbia una lunga durata di conservazione e non abbia conservanti, vi suggeriamo di passare a una dieta completa a base di cibo umido . Per maggiori dettagli sul passaggio, consultate il nostro articolo sul cibo umido e secco per cani.

Inoltre, seguite sempre le istruzioni di conservazione riportate sulla confezione, che saranno le migliori per quel determinato alimento. Non acquistate cibo sfuso, a meno che non possiate congelarlo o consumarlo in tempo.

In conclusione

Il vostro cane fa parte della vostra famiglia e non dovreste dargli del cibo scadente, proprio come non lo fareste con i vostri figli.

Il cibo è qualcosa che influisce sul vostro cane ogni giorno e un cibo scadente può avere un effetto cumulativo nel tempo.

Un po’ di attenzione e di pulizia possono contribuire a proteggere la salute del cane.

Simona Nicoletti