Clicky

I cani possono mangiare le pesche? Le pesche fanno bene o male ai cani?

By Simona Nicoletti

Molti cani amano diversi tipi di frutta. Se state pensando di dare al vostro cane delle pesche, ci sono alcune cose di cui dovete essere consapevoli. Il veterinario Jo Woodnutt ci spiega se è una buona idea o meno.

State pensando di dare al vostro compagno canino delle pesche, ma non siete sicuri che sia una buona idea? Le pesche sono un frutto dolce e succoso che piace a molti di noi proprietari di cani, e potrebbe essere allettante condividere questa delizia con il vostro cane.

Molti cani accettano volentieri la maggior parte degli alimenti umani che vengono loro offerti. In effetti, alcuni frutti come la papaya, le banane, le fragole, l’anguria e i mirtilli offrono un ottimo supporto antiossidante al vostro compagno canino se mescolati alle loro crocchette secche. Tuttavia, non tutti gli alimenti umani sono buoni per i cani e alcuni possono addirittura essere tossici.

Quindi, i cani possono mangiare le pesche? In linea di massima, la risposta è “sì, possono”, ma ci sono alcune cose da sapere prima di dare questo gustoso frutto estivo al vostro animale. Facciamo un tuffo e diamo un’occhiata più approfondita.

Le pesche sono sicure o buone per i cani?

Sebbene le pesche siano generalmente sicure per il consumo canino, ci sono alcuni rischi da considerare.

In breve, sì, la polpa della pesca è sicura per il consumo canino. Come per qualsiasi tipo di frutta, è necessario assicurarsi di somministrarla al proprio cucciolo con moderazione. Poiché le pesche contengono molti zuccheri naturali, è meglio non esagerare con la somministrazione ai vostri compagni canini.

Le pesche possono apportare ai cani alcuni degli stessi benefici per la salute che apportano agli esseri umani. Contengono molto beta-carotene, che viene convertito dall’organismo in vitamina A, nota anche come retinolo. La vitamina A svolge un ruolo importante nel mantenimento di un sistema immunitario sano ed è utile per la salute della pelle e degli occhi.

Sono anche una fonte di vitamina C, che aiuta a proteggere le cellule di tutto il corpo ed è particolarmente importante per la salute delle ossa. Contengono inoltre molte fibre che regolano i livelli di zucchero nel sangue e aiutano la digestione.

Come molti altri frutti, le pesche hanno un elevato contenuto di acqua. Ciò significa che possono costituire uno spuntino idratante per il vostro cucciolo. Grazie al loro elevato contenuto di acqua, sono un’ottima opzione per i cuccioli in estate, quando il clima è più caldo e le pesche sono più facilmente disponibili. Hanno un alto contenuto di zuccheri che le rende molto appetibili per la maggior parte dei cani. Ma, come per ogni altra prelibatezza, la moderazione è fondamentale!

Assicuratevi sempre di lavare accuratamente la pesca e di rimuovere il nocciolo prima di darla da mangiare al vostro cane. Come per l’ananas, si consiglia di tagliare il frutto a pezzetti per evitare il soffocamento.

Perché le pesche fanno male ai cani?

Le pesche in sé non fanno male ai cani. Tuttavia, ci sono alcune cose di cui bisogna essere consapevoli prima di somministrarle al proprio animale. Hanno un elevato contenuto di zuccheri e fibre. Un mal di pancia può portare alla diarrea, soprattutto se il cane ne mangia una quantità elevata. Se sapete che il vostro cucciolo ha uno stomaco sensibile, probabilmente è meglio evitare del tutto le pesche.

Un eccesso di zucchero nella dieta del cane può portare all’obesità e persino al diabete. Limitatevi quindi a somministrare una piccola porzione di pesche alla volta. Inoltre, non dategliele troppo regolarmente. Dovrebbe essere una leccornia occasionale piuttosto che quotidiana! Se il vostro cucciolo è già in sovrappeso o soffre di diabete, è meglio scegliere uno spuntino alternativo.

I noccioli della pesca possono causare un’ostruzione

Il nocciolo della pesca rappresenta la preoccupazione maggiore per i cuccioli che scelgono di mangiare questo frutto.

Il nocciolo della pesca rappresenta il rischio maggiore per il cane. Non solo è un rischio di soffocamento, ma potrebbe anche ostruire il tratto digestivo del cane se ingerito. Se non trattate, queste ostruzioni possono essere fatali, quindi contattate sempre il vostro veterinario di fiducia se il vostro cucciolo ingerisce un nocciolo di pesca.

Anche se il nocciolo riesce a passare senza causare un’ostruzione, i bordi seghettati del nocciolo sono abrasivi e possono causare gravi irritazioni e danni al rivestimento del tratto digestivo del cane.

I noccioli della pesca sono anche molto duri e se il cane tenta di masticarne uno, potrebbe danneggiarsi la mascella o addirittura fratturarsi un dente.

Le parti della pesca contengono cianuro

La polpa delle pesche è assolutamente sicura per i cani, ma ci sono parti della pianta che contengono tracce di amigdalina.

Vale la pena di notare che i noccioli delle pesche, insieme alle foglie e ai gambi, contengono un composto chiamato amigdalina. Gli enzimi digestivi del sistema gastrointestinale del cane scompongono questo composto in acido cianidrico, che è tossico in dosi elevate. Fortunatamente, in un singolo nocciolo di pesca sono presenti solo tracce di amigdalina, quindi la maggior parte dei cani dovrebbe mangiare molti noccioli di pesca per raggiungere una dose tossica di cianuro.

L’eccezione è rappresentata dai cani affetti da malattie epatiche. Se il cane ha una funzione epatica compromessa, il fegato potrebbe non filtrare efficacemente le tossine come il cianuro e potrebbe essere più suscettibile all’avvelenamento da cianuro. In ogni caso, i noccioli di pesca comportano comunque diversi rischi se vengono mangiati, quindi evitate sempre di permettere al vostro animale domestico di accedervi.

Le pesche a cascata possono causare avvelenamento da alcool

Le pesche a cascata fermentate possono essere velenose, quindi chiamate il veterinario se il vostro cucciolo ha consumato pesche a cascata.

Le pesche a cascata (e altri frutti) dovrebbero essere sempre evitate, poiché possono comportare rischi potenzialmente gravi per la salute. Le pesche che sono rimaste a terra per alcuni giorni iniziano a fermentare e questo porta alla produzione di etanolo (alcol) all’interno del frutto. Se il vostro cucciolo mangia molte pesche fermentate, è probabile che sia a rischio di avvelenamento da alcol

I segni di tossicità da alcol includono mancanza di coordinazione (Fido può sembrare “ubriaco”), sonnolenza, incoscienza, rallentamento del battito cardiaco, fino a provocare un attacco cardiaco e la morte. Anche quantità relativamente piccole di alcol possono far ammalare gravemente i cani. Quindi, se sospettate che il vostro cucciolo abbia mangiato pesche fermentate, contattate immediatamente il veterinario per un consiglio.

Le cascate di vento possono anche causare l’intossicazione da muffa

La muffa può crescere rapidamente sulle pesche a cascata, il che è pericoloso se vengono divorate.

Dopo qualche giorno, le pesche a cascata iniziano a marcire e ad ammuffire, il che rappresenta un altro rischio significativo per i cani. Le muffe alimentari sono formate da micotossine che, se mangiate dal cane, possono farlo ammalare.

I segnali che indicano che il cane ha mangiato la muffa includono vomito, mancanza di coordinazione, tremori muscolari, tremori di tutto il corpo e convulsioni. Se non trattata, l’intossicazione da micotossine può essere pericolosa per la vita del cane, pertanto è necessario contattare immediatamente il veterinario se si sospetta che sia stata consumata della muffa o se si notano dei sintomi.

Altri rischi per la salute

Esistono altri piccoli rischi legati al consumo di pesche che è bene conoscere.

Assicuratevi sempre che le pesche siano state accuratamente lavate prima di somministrarle al vostro cane, per assicurarvi che siano prive di erbicidi o pesticidi chimici. Se queste sostanze chimiche sono utilizzate in modo appropriato e nelle giuste concentrazioni, è improbabile che causino effetti tossici, ma non vale comunque la pena correre il rischio.

Anche se non è comune, c’è sempre una piccola possibilità che il cane sia allergico alle pesche. Una reazione allergica può manifestarsi con qualsiasi cosa, dall’orticaria sulla pelle e l’eccessiva sbavatura a difficoltà respiratorie e anafilassi. Come per ogni nuovo alimento somministrato al cane, iniziate a offrirgli una piccolissima quantità di pesca per assicurarvi che non abbia reazioni avverse.

Evitate di dare al cane pesche in scatola, soprattutto pesche sciroppate. Queste tendono ad avere un contenuto di zucchero molto elevato e possono anche contenere additivi dannosi o dolcificanti artificiali come lo xilitolo, che possono essere estremamente velenosi per i cani.

Domande frequenti

Quali frutti sono sicuri per i cani?

Ci sono molti frutti che i cani possono mangiare senza problemi, tra cui pesche, mele, banane, pere e mirtilli. Tuttavia, alcuni frutti sono molto pericolosi una volta consumati, quindi consultate sempre il vostro veterinario prima di introdurre qualsiasi nuovo alimento. Tenete presente che i cani si nutrono principalmente di carne, quindi le prelibatezze come la frutta dovrebbero essere somministrate solo in piccole quantità.

Le pesche possono uccidere i cani?

Sebbene il frutto carnoso della pesca non sia pericoloso per i cani, l’ingestione di un nocciolo o di pesche ammuffite potrebbe risultare fatale. Esiste anche un rischio molto limitato che il cane possa essere gravemente allergico alle pesche e, in questo caso, una reazione anafilattica potrebbe causare la morte. Tuttavia, si tratta di un’eventualità estremamente rara.

I noccioli di pesca sono tossici per i cani?

I noccioli di pesca contengono piccole quantità di amigdalina, che si converte in cianuro quando viene digerita. Tuttavia, il cane dovrebbe mangiare molti noccioli di pesca per avere un avvelenamento da cianuro. Quindi, i cani possono mangiare i noccioli di pesca? No, i noccioli di pesca possono essere molto pericolosi se ingeriti, in quanto potrebbero causare un’ostruzione gastrointestinale pericolosa per la vita, quindi non permettete mai al vostro cucciolo di mangiare questa parte della pesca.

Posso dare da mangiare al mio cane le pesche?

No, non bisogna mai dare al cane frutta a cascata. Questo perché le cascate di vento iniziano rapidamente a fermentare e a marcire, con il rischio di avvelenamento da alcol o di tossicità da micotossine dovute all’ingestione di muffe. Entrambe le condizioni sono molto pericolose, quindi consultate sempre il vostro veterinario se sospettate di aver consumato delle castagne di vento.

Il mio cane può mangiare le pesche in scatola?

È meglio evitare di somministrare pesche in scatola, soprattutto quelle sciroppate, perché hanno un contenuto di zucchero molto elevato e troppo zucchero fa male ai canini. Alcune preparazioni possono contenere anche dolcificanti artificiali come lo xilitolo, che è velenoso per i cani.

Considerazioni finali

Sebbene le pesche in sé non siano dannose per i cani, ci sono altri rischi associati di cui bisogna essere consapevoli. Le pesche possono essere tranquillamente gustate dal vostro canecome dolce e gustoso bocconcino, ma assicuratevi di non dargliene troppe!

I cani possono mangiare sia la buccia della pesca che la polpa del frutto, ma assicuratevi di lavare accuratamente la pesca per garantire che sia priva di sostanze chimiche come erbicidi o pesticidi. Rimuovete sempre il nocciolo della pesca e, possibilmente, affettatela in piccoli bocconi prima di offrirla al vostro cucciolo. Se seguite queste semplici regole, non c’è motivo per cui il vostro cane non possa godere di una pesca occasionale proprio come voi!

Simona Nicoletti
Latest posts by Simona Nicoletti (see all)