Clicky

I cani vanno in paradiso? Cosa dice la Bibbia?

By Simona Nicoletti

“Dove vanno i cani dopo il trapasso?”,

è una domanda comune che viene posta a tutte le età.

Che si tratti di un bambino o di un adulto che ha perso un amico peloso.

Alcuni credono che i cani vadano al “Ponte dell’Arcobaleno”

Un posto in paradiso fatto apposta per loro.

Ma..

Quanto c’è di vero in questo?

Continuate a leggere per sapere:

  • Cosa dice la Bibbia sui cani in paradiso.
  • Se gli animali hanno un’anima come gli esseri umani o no.
  • Approfondimenti di famosi leader cristiani su questo argomento
  • E molto altro ancora..

I cani vanno in paradiso?

I cani potrebbero andare in paradiso oppure no. Alcuni importanti sacerdoti e filosofi cristiani credono nella prima ipotesi. Pensano che in paradiso ci sia un posto per gli animali domestici. E anche i cani che un tempo hanno dato amore e felicità agli umani possono andarci. Ma, secondo gli studiosi, si tratta della seconda ipotesi. E credono che gli animali non possano esistere lì.

Chi dice la verità?

Nessuno sa esattamente cosa accadrà dopo la morte.

È una domanda a cui si potrà rispondere solo una volta risorti. Qualcosa che tutti noi non abbiamo ancora sperimentato nel corso della nostra vita.

Anche se alcune persone affermano di aver ricevuto la visita dei loro cani defunti.

Quindi, si scopre che la risposta che otterrete dipende da chi chiedete.

“Perché?

Perché ognuno di noi ha valori e convinzioni diverse.

Un team di 3 professori ha condotto uno studio in merito. Hanno chiesto a 800 americani se credono che tutti i cani vadano in paradiso.

Gli intervistati erano diversi. Quindi o possedevano un cane o non lo possedevano. Inoltre, avevano religioni diverse.

L’obiettivo dello studio era quello di conoscere i fattori che influenzano le convinzioni delle persone sulla vita ultraterrena degli animali.

Un rapporto ha riassunto la ricerca.

E i risultati?

il 73% delle persone crede che i cani vadano in paradiso. Ed erano per lo più:

  • Femmine (51%).
  • Buddisti (77,%).
  • Proprietari di animali domestici (45%).
  • Sudamericani (50,3%).
  • Afroamericani (58,5%).
  • Nativi dell’Alaska/indiani americani (71,4%).

In base a ciò, molti americani pensano che i cani attraversino il Ponte dell’Arcobaleno.

Ma questo è solo ciò che la gente, in generale, crede. Quindi ci si potrebbe chiedere,

“Che cosa dicono a questo proposito le figure di spicco della storia cristiana?”

Bene, ne discuterò alcune.

#1: Papa Pio IX

Era il capo della Chiesa cattolica romana nel 1846. Fino al 1878 – il che lo rende il papa più longevo della storia.

Secondo lui, gli animali non vanno in paradiso. Perché è un luogo fatto solo per creature con anima e coscienza.

Cose che, secondo lui, gli animali non hanno.

Il rapporto dice anche che era contrario alla formazione di un gruppo anti-crudeltà sugli animali. Nel XIX secolo a Roma.

#2: Papa Paolo VI

Ma il Papa regnante dal 1963 al 1978 non era dello stesso avviso.

Secondo alcuni resoconti, Papa Paolo VI disse a un ragazzo che aveva appena perso un animale domestico che,

“Un giorno rivedremo i nostri animali nell’eternità di Cristo”

Implicando che tutti gli animali (compresi i cani) vanno in paradiso dopo la morte.

Tuttavia, questa dichiarazione è stata citata erroneamente da un giornale. Nel 2014. Hanno pubblicato che questa affermazione è stata pronunciata da Papa Francesco.

#3: Papa Giovanni Paolo II

Nel 1990, Papa Giovanni Paolo II disse che gli animali hanno un’anima come noi.

Disse al suo pubblico che:

“Gli animali possiedono un’anima. E gli uomini devono amare e sentirsi solidali con i nostri fratelli più piccoli”

E che essi sono “frutto dell’azione creativa dello Spirito Santo e meritano rispetto”

Inoltre, si diceva che gli animali sono “vicini a Dio come gli uomini”

Tuttavia, non ha detto nulla sugli animali che attraversano il Ponte dell’Arcobaleno.

Anche se credeva che tutti loro fossero preziose creazioni di Dio.

#4: Martin Lutero

Un altro importante leader religioso che si è espresso in merito è Martin Lutero.

Sicuramente ne avrete sentito parlare.

Era un monaco e un insegnante tedesco. È noto per aver dato inizio alla Riforma protestante. Un movimento che ha portato alla divisione della Chiesa cattolica.

Ora, tornando all’argomento.

È stato detto che Lutero credeva che i cani andassero davvero in paradiso.

Perché lo disse?

Vi racconto una breve storia.

Secondo un racconto, la famiglia di Lutero aveva un Pomerania di nome “Belferlein” O “Tölpel” in altri racconti.

Belferlein riceveva tanto amore dalla sua famiglia. Così, quando morì, i figli di Lutero gli chiesero cosa sarebbe successo al loro cane deceduto.

Lui rispose che,

“Anche per il coraggioso Belferlein ci sarà un posto in Paradiso”

La sua dichiarazione non era qualcosa che si sarebbe sentito dire da altri studiosi.

Perché a quel tempo si credeva che gli animali non avessero un’anima. E quindi non possono andare in Paradiso.

Ma Lutero aggiunse anche che,

“Credo che i Belferlein e gli Hündelein vadano in Paradiso. E che ogni creatura ha un’anima immortale”

#5: Clive Staples Lewis (C.S. Lewis)

È uno degli scrittori più influenti del XX secolo.

Alcune delle sue opere conosciute sono “Le cronache di Narnia” e “Le lettere di Screwtape”

Lewis, il genio dietro questi romanzi, ha anche dato la sua risposta sui cani nell’aldilà.

E che cosa ha detto?

Secondo Lewis, in paradiso potrebbero esserci animali domestici. Ad esempio, cani e gatti.

Ma ha detto che altre creature randagie non possono esistere lì. Come rane, mosche e tritoni.

“Perché?

Lewis credeva che non avessero una “identità”, a differenza degli animali domestici. Ha detto che i genitori danno una parte di sé ai loro amici pelosi.

E per questo motivo, gli animali domestici potrebbero essere anche nell’aldilà. Il che indica che la loro “immortalità” è legata ai loro umani.

D’accordo, tutte queste affermazioni sembrano credibili perché provengono da persone stimate.

Tuttavia..

La maggior parte di queste teorie si basava sulle loro convinzioni e sulla loro fede. Che cosa dice davvero la Scrittura a questo proposito?

Scopriamolo.

Cosa dice la Bibbia sul fatto che i cani vanno in paradiso?

La Bibbia non ha una risposta diretta sul fatto che i cani vadano in paradiso. La maggior parte dei teologi sostiene che non possono esistere. Poiché non hanno “anime immortali” Ma nel libro dell’Apocalisse si dice che ci saranno animali nel “nuovo cielo” e nella “nuova terra” Dove ogni creatura coesisterà in pace

Ok, questo sarà un viaggio lungo.

Ma per iniziare, vediamo prima..

Cosa dice la Bibbia sui cani?

La parola “cane” è stata citata 31 volte nel Nuovo e nell’Antico Testamento messi insieme

Tuttavia, è usata principalmente come espressione negativa. E di solito era associata a uno status basso e al male. Come ad esempio in Proverbi 26:11:

“Come un cane che torna al suo vomito è uno stolto che ripete la sua follia”

“Ma perché?”, vi chiederete.

Perché la Scrittura non si riferiva a cani domestici addomesticati. O a canidi affettuosi e amichevoli con tutti.

La maggior parte dei cani è stata descritta come un’animale che si nutre degli avanzi. E leccavano anche il sangue dei cadaveri.

“Nel luogo in cui i cani hanno leccato il sangue di Naboth, i cani leccheranno il tuo sangue – sì, il tuo!”

– 1 Re 21:19

Uno studio ha rilevato che nell’antico Israele i canidi erano generalmente “detestati”. E ciò era dovuto alla loro natura selvaggia e feroce.

Si dice che durante i tempi biblici i cani fossero per lo più selvatici. Soprattutto in Israele.

A differenza dell’antico Egitto, della Mesopotamia e dell’Anatolia. Dove si dice che i canidi fossero addirittura venerati.

Tuttavia, Giobbe 30:1 mostra che “Giobbe” aveva dei cani da pastore

“Ma ora si prendono gioco di me, uomini più giovani di me, i cui padri avrei disdegnato di mettere con i miei cani da pastore”

Quindi, sebbene all’epoca i cani non fossero tenuti come animali domestici, si può dedurre che venissero utilizzati come cani da servizio.

E nella Bibbia si dice che Dio affidò agli esseri umani la cura delle altre sue creazioni.

In Genesi 1:25-26 si legge infatti che,

“Così Dio fece gli animali selvatici, gli animali mansueti e tutti i piccoli animali striscianti perché producessero altri esemplari della loro specie. Dio vide che questo era buono.

Poi Dio disse: “Facciamo degli esseri umani a nostra immagine e somiglianza.

E che governino sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo,

Sugli animali mansueti, su tutta la terra e su tutti i piccoli animali che strisciano sulla terra”

Ma a differenza degli animali, gli esseri umani sono stati fatti a immagine e somiglianza di Dio. Ed Egli ha anche “soffiato la sua vita” in noi.

Secondo la Bibbia, gli uomini sono gli unici ad avere un'”anima”.

Da qui nasce l’argomento ampiamente dibattuto..

Gli animali hanno o no un’anima (secondo la Bibbia)?

Ecclesiaste 12:7 dice che,

“La polvere ritorna al suolo da cui proviene e lo spirito ritorna a Dio che lo ha dato”

Poiché si dice che gli esseri umani siano gli unici ad avere il “soffio vitale” da Dio..

Si può tradurre che le altre forme viventi (compresi gli animali) non saranno con Lui in cielo. Poiché non hanno “anima”

È stato anche detto che la chiave per il paradiso è l’accettazione di Gesù Cristo:

“Perché, se confesserai con la tua bocca che Gesù è il Signore,

E crederai nel tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvato.

Perché con il cuore si crede e si è giustificati, e con la bocca si confessa e si è salvati”

– Romani 10:9-10

E poiché gli animali non possono fare queste cose, i teologi ritengono che non possano esistere nell’aldilà.

“Cosa dicono le altre persone a questo proposito?”

Alcuni hanno una teoria diversa. Anche se alla fine i cani non vanno in paradiso.

Pensano che sia possibile per gli animali avere un'”anima” Ma non è immortale come quella degli esseri umani. Ciò significa che per loro non c’è una vita ultraterrena.

Tuttavia, è qui che le cose si fanno più interessanti..

Perché si dice che l’ultimo libro della Bibbia contenga una storia contrastante.

Cosa racconta il Libro dell’Apocalisse sui cani?

Questa parte della Bibbia contiene profezie che si ritiene siano state scritte dall’apostolo Giovanni.

Una di queste riguarda il “Nuovo Cielo e la Nuova Terra”.

Anche se non vengono menzionati i cani..

Molti animali sono stati descritti per esistere con gli esseri umani nel “nuovo mondo”

Questo è stato detto in Isaia 11:6-8,

“Il lupo vivrà con l’agnello;

E il leopardo si sdraierà con la capra;

Il vitello, il leoncello e l’ingrassatore staranno insieme e un bambino li guiderà.

La mucca pascolerà con l’orso, i loro piccoli si sdraieranno insieme e il leone mangerà la paglia come il bue.

Il bambino giocherà vicino alla tana del cobra e il piccolo entrerà nel nido della vipera”

Quindi, in base a ciò, potrebbe essere possibile che anche i nostri amici pelosi arrivino in Paradiso.

Curiosità: sapevate che nella Bibbia si parla di una razza di cani? Si tratta dei levrieri. E si trova in Proverbi 30:31: “Un levriero, un caprone e un re contro il quale non ci si può alzare”

Quale salmo dice che i cani vanno in paradiso?

Anche il comico e cristiano americano Mark Lowry pensa che tutti gli animali vadano in paradiso. E questo, ovviamente, include i cani.

Ma perché ne è così sicuro?

In uno dei suoi spettacoli ha detto che è evidente nel Salmo 36:6.

Il versetto dice che,

“La tua giustizia è come le grandi montagne;

I tuoi giudizi sono una grande profondità: O Signore, tu preservi l’uomo e la bestia”

La bestia si riferisce agli animali. Un sito biblico spiega che il versetto significa che Dio ha il controllo di tutte le sue creazioni.

Sia l’uomo che gli animali. E tutti saranno “preservati” o salvati dalla Sua giustizia.

Cosa dice Billy Graham sui cani che andranno in paradiso

Infine, quando si tratta di argomenti come questo, sarà più significativo includere le intuizioni del “pastore d’America”

Billy Graham è stato un noto leader cristiano del XX secolo. E come Lowry, credeva che anche i cani (animali) defunti andassero in paradiso.

Un lettore gli chiese di questo e la sua risposta fu,

“Dio ci fornirà tutto ciò di cui abbiamo bisogno per essere felici in Paradiso. E se gli animali sono necessari per renderci completamente felici..

Potete essere certi che Egli farà in modo che siano con noi”

Graham ha anche citato il Libro dell’Apocalisse (di cui ho parlato in precedenza).

Dove Isaia descrive il “Nuovo Paradiso” Come un luogo in cui animali e uomini vivono insieme in pace.

“Non faranno del male e non distruggeranno nessuno sul mio monte santo;

Perché la terra sarà piena della conoscenza del Signore come le acque coprono il mare”

– Isaia 11:9

Quindi ha detto che gli animali in cielo non avranno alcun comportamento aggressivo. E ogni forma vivente vivrà in armonia.

Anche le creature che un tempo erano nemiche saranno migliori amiche. (Sembra proprio il paradiso)

Ha anche scritto che lui e sua moglie hanno avuto molti animali domestici nel corso della loro vita. E comprendeva il dolore dei genitori di animali da pelliccia che avevano perso i loro amati animali.

Questo ha portato Graham a pensare se Dio usa i nostri animali domestici per farci ricordare una cosa importante..

La nostra morte.

Con questo pensiero, ha incoraggiato i lettori a trattare molto bene ogni secondo della loro vita

Con tutte queste informazioni..

Pensate che i cani saranno davvero in Paradiso?

Beh, non importa quale sia la vostra risposta..

È comunque importante dare tanto amore ai nostri cani anche quando sono in vita. E non dare la nostra vita per scontata. 🙂

Simona Nicoletti
Latest posts by Simona Nicoletti (see all)