Clicky

I cani sono onnivori o carnivori?

By Simona Nicoletti

I cani sono onnivori? La risposta breve è sì. Leggete l’articolo per scoprire perché!

Tutti abbiamo sentito dire che i cani derivano dai lupi… Ed è vero!

Anche se è difficile da immaginare quando guardo il mio gigantesco batuffolo di pelo che sonnecchia nel suo habitat naturale, il divano.

E i lupi sono carnivori… quindi il mio cane deve essere carnivoro.

Giusto?

Beh, la risposta non è così semplice.

Come studente di biologia e tecnico veterinario, ho avuto l’opportunità di studiare a fondo questo argomento con scienziati e veterinari esperti.

La risposta breve è che i cani si sono adattati alla convivenza con l’uomo diventando onnivori, ma se volete la spiegazione completa, continuate a leggere.

Cosa sono gli onnivori?

Gli onnivori sono animali che possono mangiare una varietà di fonti alimentari, tra cui sia la carne che le piante. [1]

Guardate il vostro piatto e troverete un perfetto esempio di dieta onnivora.

Ma i cani sono onnivori?

La maggior parte degli esseri umani ama mangiare sia prodotti animali che alimenti di origine vegetale. Quindi, potremmo imporre una dieta simile ai nostri animali da compagnia senza pensarci troppo.

Tuttavia, molti credono che i cani siano carnivori perché i loro antenati, i lupi, mangiano carne.

I cani e i lupi hanno molte somiglianze. Ma alcune distinzioni permettono ai cani di seguire una dieta molto diversa da quella dei loro antenati.

I lupi sono veri carnivori

Gli animali possono essere suddivisi in due gruppi in base alla loro dieta: erbivori e carnivori.

Gli erbivori si nutrono esclusivamente di piante.

Esempi di erbivori sono i cavalli e i bovini. Questi animali hanno un lungo apparato digerente in grado di digerire la materia vegetale fibrosa.[2]

I veri carnivori comprendono animali che devono mangiare carne per sopravvivere.

Il loro sistema gastrointestinale non è in grado di digerire le piante. Tuttavia, a volte possono mangiarle.[3]

I cani moderni sono discendenti diretti dei lupi, un ottimo esempio di vero carnivoro.

Le ricerche sull’ecologia dei lupi dimostrano che non mangiano spesso le piante. Al contrario, cacciano altri animali come fonte primaria di cibo.[4]

Poiché il successo della caccia varia, i lupi vivono uno stile di vita fatto di “banchetti e carestie” Alcuni giorni i branchi possono ingozzarsi di una grande preda. Ma spesso rimangono per lunghi periodi senza cibo.

Metabolismo adattativo

Per far fronte all’apporto variabile di nutrienti, i lupi hanno sviluppato un metabolismo adattivo. Questa caratteristica unica ha permesso ai lupi di consumare grandi pasti e di sopravvivere nei periodi di fame.

Questa capacità influenza ancora oggi i nostri cani. La loro capacità di prosperare con diverse quantità di cibo ha permesso loro di mangiare diversi tipi di alimenti.

Perché i cani sono onnivori?

L’uomo ha addomesticato i cani circa 15.000 anni fa. La convivenza con l’uomo ha offerto ai canini nuove opportunità di nicchia.[4]

Si è verificato anche l’addomesticamento di altri animali, come i gatti. Tuttavia, la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che i gatti domestici sono ancora veri carnivori.[5]

Una differenza fondamentale tra le due specie è il metabolismo adattativo dei cani. L’adattabilità consente ai cani di prosperare con la dieta speciale offerta dalla società umana.

Questi tratti ereditati dai loro antenati carnivori hanno permesso ai cani di diventare onnivori. In quanto onnivori, hanno potuto trarre i maggiori benefici dall’addomesticamento.

La prova della capacità onnivora è evidente quando si confrontano i cani con i veri carnivori. Essendo un vero e proprio nerd della biologia, mi piace saperne di più sugli adattamenti unici del mio cucciolo.

La dentizione

teeth of the dog
I denti del cane

La masticazione è la prima fase del processo digestivo. La dentizione, ovvero la disposizione dei denti, è un buon indizio su quali alimenti possono essere adatti al consumo dei cani.

I carnivori devono avere canini affilati che consentano loro di staccare la carne dalla preda. Tutti sappiamo che i cani hanno una serie di denti anteriori affilati adatti a mangiare la carne.

Hanno anche molari piatti nella parte posteriore della bocca che possono schiacciare le piante prima della digestione.[6]

La frantumazione è fondamentale per digerire le piante. Le particelle più piccole consentono un assorbimento più efficiente dei nutrienti provenienti da fonti amidacee.

Sistema gastrointestinale

L’esame dell’apparato gastrointestinale di un animale può fornire molte informazioni sulla sua dieta. Questo sistema di organi lavora insieme per digerire il cibo.

Il materiale vegetale contiene materiali complessi difficili da digerire. Questi materiali includono cellulosa e amidi tenaci.

Per digerire gli alimenti di origine vegetale, gli animali hanno bisogno di un sistema gastrointestinale specializzato. Ad esempio, gli erbivori che si nutrono di erba hanno un intestino posteriore complesso per digerirla.

dog digestive system
Sistema digestivo del cane

Lunghezza dell’intestino

La carne è più facile da consumare e i veri carnivori hanno sistemi digestivi più semplici. Un tratto intestinale corto significa un tempo di digestione più rapido per i mangiatori di carne.

La lunghezza dell’intestino varia poco tra cani e lupi. Tuttavia, l’intestino tenue di un cane occupa un volume gastrointestinale superiore dell’8% rispetto a quello dei gatti.[7]

Questo aumento di volume ha permesso ai cani di adattarsi meglio alla digestione dei vegetali. Oggi i gatti restano carnivori, mentre i cani si nutrono di diete onnivore.

Ma gli adattamenti gastrointestinali più importanti nei cani riguardano la digestione dell’amido. Il semplice tratto digestivo dei carnivori non è in grado di scomporre questo materiale.

Enzimi digestivi

Gli enzimi sono proteine che aiutano ad accelerare le reazioni chimiche. L’amilasi è un enzima prezioso che aiuta a scomporre gli amidi complessi

La saliva umana e degli onnivori contiene questo enzima. La saliva inizia a scomporre l’amido quando gli onnivori masticano materiale vegetale.

Sebbene la bava non contenga questo strumento vitale, i cani espellono amilasi dal pancreas. Ciò consente loro di digerire l’amido nell’intestino, a differenza dei veri carnivori.[8]

Adattamenti genetici

La base di questa capacità unica di produrre amilasi deriva da adattamenti genetici.

Questi cambiamenti differenziano il migliore amico dell’uomo dal principale predatore della natura.

L’analisi genetica ha rivelato che oltre 100 geni sono cambiati durante l’evoluzione del cane. [L’evoluzione avviene quando i cambiamenti genetici forniscono vantaggi per la sopravvivenza di un animale.

La differenza genetica tra le specie e la loro evoluzione è il mio argomento preferito di biologia!

La maggior parte delle differenze tra cani e lupi riguarda tratti utili per la convivenza con l’uomo.

Molti di questi geni riguardano il cervello. Questi sono i geni responsabili dei cambiamenti comportamentali importanti per l’addomesticamento.

Tuttavia, differenze significative riguardano anche i geni coinvolti nella digestione dell’amido. I cani hanno da 4 a 30 copie del gene dell’amilasi, mentre i lupi ne hanno solo due.[10]

Ciò significa che i cani producono più amilasi dei lupi. Di conseguenza, i cani domestici sono in grado di digerire l’amido meglio dei loro antenati.

Disponibilità di nutrienti

I cani hanno anche una migliore capacità di sintetizzare alcuni aminoacidi e vitamine. I loro corpi possono creare nutrienti specifici dai loro componenti.

La maggior parte dei carnivori si affida all’assunzione di questi nutrienti nella loro forma finale dal cibo. Il loro organismo non è in grado di produrli utilizzando elementi diversi forniti dalla dieta.

Ad esempio, i cani hanno enzimi che permettono loro di produrre l’aminoacido taurina. Gli aminoacidi sono i mattoni fondamentali delle proteine.

I gatti non hanno questi enzimi. Devono assumere gli aminoacidi essenziali dalle proteine della carne presenti nella loro dieta.[11]

I cani possono anche convertire le fonti vegetali di acidi grassi essenziali per utilizzarli nel loro organismo.[12]

Molti carnivori non possiedono gli enzimi utilizzati per queste conversioni.

Cosa dovrebbero mangiare i cani?

I cani potrebbero discendere da veri carnivori. Ma le loro preferenze alimentari li rendono oggi onnivori.

I cani domestici hanno sviluppato la capacità di digerire e utilizzare i nutrienti provenienti da fonti vegetali. Tuttavia, è probabile che il vostro amico peloso dimostri ancora una preferenza per la carne.

So cosa farebbe il mio cane se potesse scegliere tra una carota e un hamburger.

Qual è la dieta migliore per i cani?

La dieta migliore per il vostro cane varia a seconda delle sue esigenze.

Ogni cane ha esigenze specifiche da considerare nella formulazione della dieta ideale. Tuttavia, tutti gli alimenti eccellenti per cani forniscono nutrienti provenienti da fonti di alta qualità. Queste fonti possono includere carne, verdura, frutta o cereali integrali.

Assicuratevi che qualsiasi dieta scegliate per il vostro cane fornisca un’alimentazione adeguata. Collaborate con il vostro veterinario per stabilire come evitare carenze nutrizionali.

Scegliete alimenti che offrano un’alimentazione ad ampio spettro grazie a diversi ingredienti di alta qualità.[13]

Evitando un eccesso di lavorazione, si prepara il cane a una vita sana.

I cani possono mangiare i cereali?

Esempi di cereali sono il riso, il grano e l’avena. Ogni acquirente accorto di cibo per cani noterà le pubblicità di formule di fascia alta prive di cereali. Potreste persino sentirvi in colpa per aver dato da mangiare a una marca che contiene cereali.

Purtroppo, la FDA ha rivelato che specifiche diete senza cereali possono causare problemi cardiaci.[14]

Alcuni proprietari hanno segnalato reazioni allergiche al grano. Ma la sensibilità ai cereali è rara nei cani.[15]

L’amido contenuto nei cereali è digeribile per i cani. Tuttavia, è necessario essere selettivi quando si somministrano alimenti per cani che contengono cereali.

Le opzioni migliori utilizzano cereali integrali per fornire un alto livello di nutrizione concentrata. I cani possono mangiare i cereali, ma assicuratevi che il cibo faccia parte di una dieta equilibrata con ingredienti diversi.

Una dieta vegetariana o vegana è salutare per i cani?

Nutrire il vostro animale domestico con una dieta vegetariana o vegana può suscitare forti reazioni.

Le diete vegane possono causare problemi di salute senza il contributo di un nutrizionista veterinario esperto

Sebbene sia possibile, è incredibilmente difficile fornire un rapporto equilibrato di vitamine e minerali essenziali con questo approccio.[16]

Poiché le diete vegetariane sono più impegnative da sviluppare rispetto alle diete tradizionali, richiedono una guida professionale. Se siete interessati alle alternative vegane per i cani, parlate prima con il vostro veterinario delle opzioni più salutari.

In conclusione, i cani sono onnivori

I cani sono onnivori.

Gli adattamenti digestivi permettono ai cani di godere della dieta varia fornita dalla società umana

Gli antenati del mio cane erano predatori apicali. Oggi il mio Grande Pireneo si concede uno spuntino occasionale a base di verdure

Simona Nicoletti