Segni che un cane sta entrando presto in travaglio: fatelo subito

By Simona Nicoletti

Non si è mai troppo preparati quando si tratta del travaglio del cane.

È eccitante e allo stesso tempo estenuante avere una nuova cucciolata in casa.

Tuttavia, se si è consapevoli dei potenziali problemi e dei modi per evitarli o risolverli, tutto questo può rivelarsi un’esperienza entusiasmante.

Prima di illustrare i segni del travaglio vero e proprio, ecco un piccolo riepilogo sulle cure prenatali per essere sicuri di arrivare al punto finale.

Intorno al 25° giorno di gravidanza è possibile vedere il cuore degli embrioni.

L’esame ecografico non rivela però il numero esatto di cuccioli.

La dieta del cane femmina è ormai regolata e l’esercizio fisico è limitato, dato che è a circa 5 settimane di gravidanza.

Supponendo di conoscere la data esatta dell’accoppiamento del cane, intorno al 45° giorno di gravidanza la madre dovrebbe essere visitata da un veterinario.

Intorno a questo periodo lo scheletro dei cuccioli è abbastanza mineralizzato da poter essere visto ai raggi X.

La radiografia è una procedura rapida, non invasiva e facile da eseguire per calcolare il numero di cuccioli attesi.

Questo può essere molto utile perché quando il travaglio finisce si sa quanti cuccioli dovrebbero esserci.

Se i numeri non corrispondono, significa che uno o più cuccioli sono stati trattenuti.

Importante: per entrare in travaglio, ogni cane gravido deve avere un posto (cassetta per il parto) dove si sentirà abbastanza a suo agio per partorire e crescere i cuccioli.

A volte è lei stessa a scegliere il luogo e a iniziare a prepararlo qualche giorno prima del parto, ma voi potete sempre assisterla.

L’area deve essere progettata in modo da permettere alla madre di andare avanti e indietro a seconda delle sue necessità, mantenendo i cuccioli confinati.

Durante la seconda metà della gravidanza e un mese dopo la madre non dovrebbe essere a contatto con altri cani; il motivo principale dell’allontanamento sociale è l’infezione da herpes virus che si diffonde tra i cani con il leccamento reciproco.

Sebbene innocuo per gli individui adulti, il virus è letale per i cuccioli non ancora nati e per quelli appena nati.

Il periodo medio di gestazione di un cane è di 63 giorni, ma i cuccioli possono nascere tra i 58 e i 68 giorni.

Cane gravido a pancia in giù

Il corpo della madre non cambia aspetto o esigenze metaboliche molto prima del 35° giorno di gravidanza.

A questo punto, il fabbisogno calorico del cane aumenterà in modo significativo.

In linea di massima, a partire dal 36° giorno di gravidanza si dovrebbe offrire al cane il doppio del cibo.

Le mamme che allattano spendono molte energie per produrre latte, quindi hanno bisogno di una quantità tre volte superiore a quella abituale.

Un passo intelligente dal punto di vista nutrizionale è quello di passare dal normale cibo per cani adulti al cibo per cuccioli o di cambiare la dieta cruda del cane in base al suo peso.

Questo tipo di cibo è destinato ai cuccioli in crescita e contiene vitamine, minerali e calorie sufficienti a sostenere il benessere della mamma e dei piccoli nel suo grembo.

Se si alimenta il cane con cibo per cuccioli di qualità durante la seconda metà della gravidanza, non è necessario aggiungere integratori alla dieta.

Fate sempre attenzione all’integrazione, perché è noto che un eccesso di calcio e vitamine può causare squilibri metabolici che possono danneggiare i cuccioli.

Durante la gravidanza, noterete sicuramente come l’addome della mamma diventi sempre più grande.

Cosa succede quando la pancia del cane gravido si abbassa?

Osservate attentamente la pancia perché qualche giorno prima del parto si distenderà senza i consueti movimenti fetali.

Quali sono i primi segnali di un cane in travaglio?

Circa una settimana o 4-5 giorni prima del parto, la madre inizia a fare il nido.

Ciò significa che ha già scelto il luogo in cui partorire e inizia a organizzare lo spazio a suo piacimento.

Una settimana prima del parto, il cane si sdraia spesso in quel luogo senza mostrare altri segni.

Qualche giorno dopo può portare coperte, cartone e giornali per assicurarsi che il pavimento sia sufficientemente asciutto e morbido.

2-3 giorni prima dell’evento, è normale che la madre perda interesse per il cibo, ma non completamente. Il giorno successivo si verifica un cambiamento significativo della sua temperatura corporea.

Questo è il momento in cui entrano in gioco le vostre buone capacità genitoriali.

Se misurate attentamente e regolarmente la temperatura rettale del vostro cane, noterete sicuramente l’improvviso calo.

La temperatura corporea normale per i cani è di 101,0-102,5 F (38,3-39,2 C); quando scende sotto i 100 F (37,8 C), la madre entra in travaglio nelle 24 ore successive.

Il travaglio vero e proprio inizia quando iniziano le contrazioni uterine – prima fase del travaglio.

Il travaglio è doloroso per i cani, che diventano irrequieti.

Alcuni di loro potrebbero iniziare a tremare, ad ansimare scavando e persino a vomitare.

I proprietari considerano questo comportamento come un segno dell’inizio del travaglio e non del travaglio stesso, perché le contrazioni non sono facilmente visibili.

La prima fase è molto lunga e dura tra le 6 e le 12 ore.

Non c’è nulla che il proprietario possa fare in questo periodo, se non fornire sempre acqua fresca e un ambiente privo di stress per la madre.

Al termine di questa fase, il collo dell’utero si dilata e i cuccioli vengono espulsi uno alla volta.

Le acque dei cani si rompono?

La seconda fase del travaglio è quella in cui le contrazioni sono chiaramente visibili sulla parete addominale e i cuccioli iniziano a uscire.

Durante la seconda fase, le acque del cane possono rompersi.

In tal caso, si può notare un liquido chiaro che fuoriesce dalla vagina.

Come segno diagnostico del travaglio, la rottura delle acque nei cani gravidi ha un valore predittivo limitato.

Negli esseri umani è molto importante, ma nei cani quando si verifica è già evidente che la madre sta già spingendo i bambini fuori

I cani hanno perdite prima del travaglio?

da 2 a 3 giorni prima del travaglio, la femmina può presentare un muco denso e chiaro.

Questo accade nello stesso momento in cui l’appetito diminuisce ed è del tutto normale.

Ciò che non è normale è che la cagnolina emetta piccole o significative quantità di perdite sanguinolente, nere, verdi o maleodoranti in qualsiasi momento della gravidanza.

Se questo tipo di perdite è accompagnato da depressione, mancanza di energia o dolore, si tratta di una situazione di emergenza.

Durante il travaglio, la placenta si separa dall’utero e una scarica verde e scura viene trasmessa insieme ai cuccioli.

Questo è normale, tranne nel caso in cui, dopo la fuoriuscita del liquido, non esca alcun cucciolo per più di 4 ore.

I cani hanno perdite prima del parto?

Le perdite iniziano 2 giorni prima che il cane inizi a partorire e si presentano come una scarica gelatinosa chiara e non maleodorante.

Non si può parlare di perdite perché la quantità di liquido non è così grande.

I cani partoriscono di solito di notte?

I cuccioli possono nascere di giorno o di notte, quando sono pronti.

È vero che la maggior parte degli animali partorisce di notte, soprattutto nelle zone selvagge.

Questo non sorprende, perché al buio la minaccia di predatori in agguato è minore e quindi il parto è più sicuro.

Tuttavia, i cani sono una specie animale addomesticata e non hanno predatori naturali, quindi a mamma cane non importa se il sole è alto o basso.

Come posso indurre il travaglio nel mio cane in modo naturale?

Le gravidanze difficili possono concludersi con l’induzione del travaglio o con un cesareo.

Quest’ultimo è una procedura d’emergenza eseguita quando non c’è altro modo per salvare la madre e i cuccioli.

Consultare il veterinario è ovviamente fondamentale.

L’induzione si ottiene con iniezioni di ossitocina.

Il trattamento può essere costoso, per cui alcuni proprietari decidono di adottare un approccio più naturale ed economico.

Tuttavia, un buon programma di allevamento dovrebbe tenere conto di questi costi.

Una delle cose che si possono fare è strofinare i capezzoli della madre. Lo sfregamento delicato stimola la produzione degli ormoni induttori.

In situazioni non critiche, può essere utile portare a spasso il cane frequentemente per brevi periodi di tempo e massaggiare i muscoli del ventre quando si riposa.

Il cane può fermare il travaglio?

Un cane può interrompere involontariamente il travaglio per una serie di motivi.

In termini medici, la condizione è chiamata distocia e si riferisce a un parto difficile.

Il parto difficile è il risultato dell’assenza di contrazioni uterine, del canale del parto stretto, del posizionamento errato dei bambini nel canale del parto, di feti di grandi dimensioni, ecc.

Tutti i casi di distocia devono essere controllati da un veterinario.

Idealmente, il cane dovrebbe partorire un nuovo cucciolo ogni 20-30 minuti.

Una pausa tra un cucciolo e l’altro di oltre 1 ora può già essere trattata come distocia.

Come aiutare il cane durante il travaglio?

In teoria, una madre può affrontare l’intero processo da sola e non ha bisogno di assistenza, anche se può essere utile.

È essenziale poterla portare dal veterinario in caso di emergenza.

È necessario prendersi cura dei cuccioli anche se la madre non è interessata.

Questo include la rimozione della membrana di un cucciolo appena nato, lo strofinamento del cucciolo con un asciugamano e il taglio del cordone ombelicale.

Dopo che l’ultimo cucciolo ha arricchito il mondo con la sua presenza, bisogna portare la madre all’esterno per urinare e riportarla a nutrire e tenere al caldo i suoi piccoli.

A questo punto inizia il periodo di crescita dei cuccioli, con tutto ciò che comporta come la socializzazione, l’adattamento della dieta dei cuccioli e così via.Disclaimer: questo post non sostituisce l’assistenza veterinaria e non intende farlo. Non sono un veterinario o un nutrizionista per animali domestici. Se il vostro cane mostra qualche segno di malattia, chiamate il veterinario.

Simona Nicoletti