Perché il mio gatto è cattivo con i suoi gattini?

By Simona Nicoletti

Se avete notato che il vostro gatto è cattivo con i suoi gattini, questo potrebbe allarmarvi e preoccuparvi. E vi chiederete perché e cosa si può fare..

Perché il mio gatto è cattivo con i suoi gattini?

Alcuni comportamenti che i gatti mostrano nei confronti dei loro gattini possono sembrarci cattivi, ma sono in realtà innocui e sono indotti dalla natura stessa dei felini innocui e sono indotti dall’istinto felino. Ad esempio, le mamme gatte possono lasciare i loro gattini per un breve periodo di tempo per dormire. Potrebbero anche mordicchiare i loro gattini per pulirli, il che potrebbe sembrare che stiano mordendo i loro gattini da lontano.

In alcuni casi, le gatte che hanno partorito da poco possono essere un po’ scostanti o aggressive a causa degli ormoni che stanno sperimentando, ma questo dovrebbe scomparire nel giro di qualche settimana al massimo.

In circostanze rare ma potenziali, la gatta potrebbe ignorare un gattino che ritiene non possa sopravvivere. Questo fa parte dell’istinto felino, anche se sembra crudele, e lo fa nel tentativo della madre di tenere al sicuro gli altri gattini.

È normale che un gatto sia cattivo con i suoi gattini?

È normale che sembri che le mamme gatte siano cattive con i loro gattini, anche se non sempre lo sono intenzionalmente. Le mamme gatte spesso prendono i gattini per la collottola e giocano con loro per insegnargli a difendersi.

Tuttavia, le gatte possono sperimentare una temporanea aggressività materna poco dopo il parto, a causa degli ormoni che cambiano rapidamente. Possono sembrare più sprezzanti nei confronti dei loro gattini, ma di solito continuano a fornire loro le cure di base di cui hanno bisogno.

Cosa devo fare se il mio gatto è cattivo con i suoi gattini?

Finché il gatto non fa del male a un gattino o non si rifiuta di dargli da mangiare, non è necessario interferire con la mamma e i suoi gattini. Lei sa cosa sta facendo e non è tipico di una gatta fare intenzionalmente del male ai suoi gattini.

Se la vostra gatta sembra causare danni fisici ai suoi gattini, dovete intervenire e togliere il gattino dalla sua presa. Questo dovrebbe essere fatto solo nei casi in cui si può confermare che la gatta sta facendo attivamente del male al suo gattino, perché è probabile che la gatta sia molto infelice per il fatto che state interferendo.

Dovrei disciplinare il mio gatto perché è cattivo?

Disciplinare un gatto perché è cattivo non cambierà il suo comportamento; anzi, potreste finire per peggiorare la situazione. Le mamme dei gatti sono protettive e cercheranno di spaventarvi con un sibilo o un ringhio se vi avvicinate troppo.

Se la vostra gatta sembra essere più aggressiva, assicuratevi che l’ambiente in cui vive sia caldo e appartato, perché potrebbe comportarsi in questo modo perché sta cercando di tenere al sicuro i suoi gattini.

Quanto dura l’aggressività materna nei gatti?

L’aggressività materna è di solito uno stato molto temporaneo e può essere accentuata da un ambiente rumoroso o da persone che si occupano costantemente di lei e dei suoi gattini. Nella maggior parte dei casi, questa forma di aggressività scompare naturalmente quando i gattini raggiungono circa le sei-otto settimane di vita. A questo punto, i gattini sono in grado di badare a se stessi.

Le madri gatte sono gelose dei loro gattini?

La gelosia può capitare, ma di solito i gatti sono gelosi dei gattini solo per le attenzioni che possono ricevere. Dovete assicurarvi che tutti ricevano la stessa quantità di amore e fare del vostro meglio per non cambiare la routine della vostra gatta una volta che si è ripresa dal parto e si è presa cura dei suoi gattini.

Perché la mia gatta fischia i suoi gattini?

Una gatta femmina può sibilare ai suoi gattini per comunicare con loro o per insegnare loro a comunicare. Per i gatti, il sibilo è di solito un meccanismo di difesa per cercare di spaventare persone o animali. Il vostro gatto potrebbe anche fischiare più spesso se ritiene che stiate interferendo con la cura dei suoi gattini.

Come si fa a sapere se un gatto è geloso di un gattino?

Ci sono alcuni segnali comuni che i gatti mostrano quando sono gelosi e sono abbastanza facili da individuare. Il gatto può sibilare o ringhiare, picchiare i gattini, eliminare fuori dalla lettiera per stabilire il territorio o cercare di mettersi tra voi e i gattini.

Potrebbe anche mostrare segni di aggressività come pupille allargate, schiena arcuata e coda gonfia. Finché vi assicurate che tutti ricevano abbastanza attenzione, questo dovrebbe essere un fastidio temporaneo.

I gatti possono essere territoriali per quanto riguarda il loro umano preferito e il loro spazio, e i gattini intralceranno entrambe le cose. Tuttavia, la gelosia non è spesso un problema grave, a meno che non abbiate cambiato troppo la vostra routine o non stiate prestando attenzione al vostro gatto a causa dei gattini.

I gatti anziani fanno male ai gattini?

È molto improbabile che un gatto faccia intenzionalmente del male a un gattino. Potrebbero tentare di giocare con il gattino o potrebbero colpire un gattino che si avvicina troppo. L’introduzione tra i gatti anziani e i gattini deve essere lenta e sorvegliata, per far sì che il rapporto si svolga nel modo più corretto possibile.

Se il gatto anziano non ha mai avuto a che fare con i gattini, all’inizio potrebbe non sapere come reagire. In ogni caso, la socializzazione è una fase cruciale che deve avvenire prima che i gatti anziani e i gattini possano avere il pieno controllo della casa.

Come faccio a far smettere il mio gatto di essere geloso dei gattini?

I gatti, proprio come gli umani, possono essere gelosi perché temono di non ricevere l’amore e l’attenzione di cui hanno bisogno a causa della presenza di qualcun altro. Di conseguenza, è necessario dare priorità al tempo trascorso con il gatto, giocando con lui e dandogli affetto fisico e verbale.

Questo non significa ignorare i gattini: anche loro hanno bisogno del loro tempo con voi. Il tempo di qualità dovrebbe includere sedersi con loro e farli accarezzare, fare le coccole, chiacchierare con loro e giocare con i loro giocattoli preferiti. Può richiedere una certa pianificazione, ma ne vale la pena per mantenere la casa serena per tutti i felini coinvolti.

Simona Nicoletti