Clicky

I cani possono mangiare le olive? È sicuro da condividere?

By Simona Nicoletti

Le olive sono frutti che crescono sull’olivo. L’albero, scientificamente conosciuto come Olea europaea, è quasi originario della regione mediterranea, dal Portogallo alla penisola arabica.

Essendo un frutto, si possono mangiare le olive direttamente dall’albero. Tuttavia, il frutto contiene composti come il fenolo e l’oleuropeina che lo rendono amaro. Per rendere il frutto più appetibile, potrebbe essere necessario rimuovere o ridurre gli effetti di questi composti.

Oltre a mangiarlo crudo, puoi anche aggiungere le olive in panini, tapenades o insalate.

Inoltre, il frutto contiene un olio altamente nutriente. L’olio viene spesso estratto e trasformato in integratori alimentari.

L’olio d’oliva è anche usato per applicazioni esterne grazie ai suoi effetti idratanti e di ringiovanimento della pelle.

Con tutti questi potenziali benefici, i cani possono mangiare le olive?

Come molti altri frutti, le olive non sono tossiche per i cani. Pertanto, il vostro cane può comodamente fare uno spuntino con questo frutto. Ma come scopriremo, tutto si riduce alla moderazione.

Continuate a leggere per una visione più approfondita sull’argomento.

Quali sono le forme disponibili di olive?

Le olive esistono in due forme possibili, vale a dire: olive nere e verdi. La differenza tra le olive nere e verdi sta nel momento in cui vengono raccolte.

Anche se queste due varianti derivano entrambe dallo stesso albero, le olive verdi sono spesso raccolte prima delle loro controparti nere.

Quindi, vi sarete chiesti: i cani possono mangiare le olive verdi? E le olive nere, i cani possono mangiare le olive nere?

Come abbiamo detto, non ci sono distinzioni fondamentali tra olive nere e verdi a parte la differenza di tempo di raccolta. Pertanto, il vostro cane può mangiare sia olive nere che verdi. Se ci sono precauzioni e avvertenze, si applicano a entrambe le varianti.

Forse, l’unica altra differenza tra le olive verdi e quelle nere sarebbe il contenuto di grassi.

Per esempio, una mezza tazza di olive nere vanta 7 grammi di grasso e 4 grammi di carboidrati. Il contenuto proteico è trascurabile, solo 1 grammo.

D’altra parte, il contenuto di grassi nelle olive verdi è leggermente più alto, con mezza tazza che contiene fino a 11 grammi di grassi. La stessa mezza tazza contiene 3 grammi di carboidrati, che è un po’ inferiore a quello delle olive nere. Tuttavia, il numero di proteine rimane lo stesso, a 1 grammo.

Ora, può sembrare che il contenuto di grassi nelle olive verdi sia significativamente più alto di quello delle foglie nere. Tuttavia, 7 grammi di grasso in mezza tazza di qualsiasi cibo è già abbastanza alto per qualsiasi standard di misura.

Quindi, se dovessi scegliere una delle due varianti a seconda della quantità di grasso che ogni frutto contiene, non ci sarebbe alcuna differenza significativa.

Tuttavia, sia le olive nere che quelle verdi contengono un’abbondanza di vitamina E che viene con una serie di benefici per la salute.

Il frutto tende anche ad essere ricco di sodio. Come scopriremo, questo potrebbe renderlo un trattamento sgradito al vostro amico canino.

Ma in termini di benefici nutrizionali, abbiamo solo grattato la superficie. Quindi, potreste ancora chiedervi: l’olio d’oliva fa bene ai cani? La seguente sezione evidenzierà alcuni comuni benefici per la salute dell’oliva.

Benefici per la salute dell’oliva

La domanda “le olive fanno bene ai cani?” può trovare risposta nella comprensione dei possibili benefici per la salute di questo frutto. In questa sezione, ci concentreremo sia sul frutto che sull’olio.

I seguenti sono alcuni dei benefici dell’oliva;

1. Prevenzione delle malattie

Le olive sono ricche di antiossidanti. Questi antiossidanti combattono i radicali liberi che sono associati a problemi di invecchiamento e a molteplici rischi di malattie.

Uno spuntino a base di olive, sia il frutto crudo che l’olio d’oliva, potrebbe aiutare a tenere a bada alcune malattie. Gli esempi includono attacchi di cuore, ictus e tumori.

Infatti, l’olio d’oliva è stato citato come uno degli alimenti più efficaci nel combattere le cellule cancerose.

Oltre a rafforzare l’immunità del tuo cane, le proprietà antiossidanti dell’olio d’oliva possono anche prevenire l’invecchiamento precoce. L’invecchiamento precoce è un problema comune tra i cani grandi e pigri.

2. Ottimo per la gestione del peso

L’obesità nei cani è un fattore di rischio per una serie di altre condizioni come il diabete e gli attacchi di cuore. Quindi, i cani diabetici possono mangiare le olive?

Certo che possono. Le olive possono aiutare a mantenere il peso del vostro cane entro livelli sani e gestibili.

Un frutto contiene circa sette calorie. E la parte migliore è che il frutto ha un “carico calorico negativo” Questo implica che quando lo offrirete al vostro cane, brucerà più calorie digerendo il frutto, invece di guadagnare calorie.

3. Alto contenuto di grassi buoni

Abbiamo già evidenziato il contenuto di grassi sia nel frutto verde che in quello nero. È importante notare che questi sono tipicamente grassi monoinsaturi.

Pertanto, non fanno ingrassare. Invece, migliorano il colesterolo buono, che alla fine abbassa il rischi di ipertensione e le malattie cardiache.

4. Memoria ritentiva

Le olive contengono composti che hanno dimostrato di ridurre lo stress ossidativo, specialmente nel cervello. Uno di questi composti sono i polifenoli. Pertanto, il frutto potrebbe avere immensi benefici per lo sviluppo del cervello dei cani.

Se vi rendete conto che il vostro cane ha problemi a memorizzare i comandi insegnati solo pochi giorni fa, allora forse ha bisogno di una spinta alla memoria. Una porzione di frutta d’oliva o di olio d’oliva farebbe al caso suo.

5. Controllare l’appetito

Un modo per evitare che il tuo cane diventi obeso è controllare la quantità di cibo che mangia.

L’oliva contiene acidi grassi monoinsaturi, che sono noti per abbassare il tasso di digestione.

Pertanto, il tuo cane mangerà meno ma si sentirà sazio più a lungo. Questo è essenziale per frenare l’appetito e le voglie di cibo del cane.

Inoltre, gli acidi grassi monoinsaturi possono stimolare la colecistochinina, un ormone che invia segnali di sazietà al cervello.

6. Sollievo dal dolore

L’olio d’oliva è ricco del composto oleocanthal. A causa delle sue elevate proprietà antinfiammatorie, l’oleocantale può agire come un analgesico naturale. Questo potrebbe giocare un ruolo significativo nell’alleviare i dolori che derivano da lesioni fisiche e distorsioni muscolari.

Questi effetti analgesici naturali potrebbero anche essere utili per i cani sottoposti a sessioni di chemioterapia.

Inoltre, i cani che si stanno riprendendo da operazioni chirurgiche possono beneficiare immensamente dei benefici antidolorifici dell’olio d’oliva.

7. Alleviare la stitichezza

Ultimo ma non meno importante, il frutto dell’oliva è ricco di fibre alimentari. I nostri cani soffrono di stitichezza di tanto in tanto.

La stitichezza peggiora progressivamente quando il cane perde l’appetito. Per fortuna, ci sono numerosi rimedi casalinghi efficaci per la stitichezza. E l’oliva è uno di questi.

Quindi, i cani possono mangiare olio d’oliva per la stitichezza? Sì, un po’ di olio d’oliva è tutto ciò che serve per curare la stitichezza e l’incontinenza intestinale nei cani. Ancora meglio, gli studi hanno dimostrato che l’olio d’oliva può uccidere i batteri nocivi come l’Helicobacter pylori. Questo batterio è associato al malessere addominale e persino al cancro gastrico.

Secondo la ricercal’olio d’oliva vergine può combattere efficacemente fino a 8 ceppi di Helicobacter pylori negli esseri umani, compresi tre che sono resistenti agli antibiotici. Lo stesso vale probabilmente anche per i cani.

Ci sono molti altri benefici dell’oliva e dell’olio d’oliva per i cani che non possiamo esaurire in un solo articolo. Tuttavia, le olive sono sicure per i cani?

La risposta a questa domanda dipende da vari parametri come la quantità e la forma in cui il frutto viene offerto.

In cosa consiste la dieta di un cane?

È facile immaginare che i cani abbiano bisogno di cibi umani per il loro nutrimento. Infatti, alla maggior parte degli animali domestici non dispiacerebbe nutrirsi esclusivamente di cibi umani. Tuttavia, non tutto il cibo umano è adatto a loro.

Per esempio, i cani non hanno bisogno di frutta e verdura per sopravvivere. Essendo carnivori obbligati, possono vivere interamente con una dieta a base di carne e in parte di parti animali.

Se permettessimo ai nostri cani una completa libertà sugli alimenti da consumare, preferirebbero più grassi, un po’ di proteine e pochissimi carboidrati.

Secondo vari studi, questo significa un rapporto del 63%:30%:7% per i grassi, le proteine e i carboidrati, rispettivamente.

Quindi, a differenza degli esseri umani che ricavano una quantità sostanziale della loro energia dai carboidrati, i cani ottengono la loro energia dai grassi. Detto questo, il mio cane può mangiare olive nere?

Abbiamo già scoperto che le olive sono ricche di grassi. E la parte migliore è che si tratta di grassi monoinsaturi. Non sono solo una buona fonte di energia per il tuo cane. I grassi di oliva, che nella maggior parte dei casi esistono come oli, miglioranoanche il colesterolo buono del tuo cane.

Le olive sono velenose per i cani?

La risposta breve è che tutto dipende dalla forma somministrata.

Quando si somministra al cane qualsiasi cibo che non fa parte della sua dieta di base, la moderazione è la chiave.

Quando si tratta di olive, dovresti somministrare il frutto in piccole dosi, tenendo anche presente che alcune parti potrebbero essere tossiche per il tuo cane.

Per cominciare, rimuovi sempre il nocciolo prima di offrire il frutto al tuo cane. I noccioli di oliva sono piuttosto duri, e il tuo cane potrebbe trovarli difficili da masticare. Pertanto, potrebbe rappresentare un serio pericolo di soffocamento. I rischi di soffocamento sono maggiori per i cuccioli e le razze di cani più piccole.

C’è anche la questione delle olive in scatola. Come forse già sapete, la maggior parte dei cibi in scatola sono ricchi di salamoia salata. Insieme agli additivi alimentari e ad altri conservanti, la salamoia è altamente tossica per i cani.

Un’eccessiva assunzione di sale potrebbe portare a disidratazione indotta dal sodio un’intossicazione da sodio. Se non affrontato con l’urgenza che merita, l’avvelenamento da sodio potrebbe danneggiare i reni del vostro cane.

Un eccesso di sale potrebbe anche portare a una serie di effetti collaterali gastrointestinali come nausea, diarrea, vomito e dolori addominali.

Se dovete offrire al vostro cane delle olive in scatola, assicuratevi di sciacquarle prima. Questo aiuterà ad eliminare la salamoia, altri conservanti e persino i grassi trans.

Oltre alle olive in scatola, esistono anche le olive in salamoia. Ma i cani possono mangiare le olive in salamoia?

Come le olive in scatola, le olive in salamoia hanno un alto contenuto di sale, conservanti e spezie. Pertanto, non dovreste mai offrire olive sottaceto al vostro compagno peloso.

Per quanto riguarda le olive nere e verdi, entrambe vantano una quantità significativa di grassi sani. Tuttavia, le olive nere sono più sicure perché contengono meno sodio rispetto alle olive verdi.

Come precauzione generale, assicurati di pulire il frutto prima di offrirlo al tuo cane.

È anche probabile che vi imbattiate in olive ripiene. Generalmente, le olive ripiene contengono jalapenos, formaggio feta, pimenti, acciughe e formaggio blu. Alcuni di questi ingredienti possono essere sicuri per il tuo cane, mentre altri potrebbero essere potenzialmente tossici.

La saggezza convenzionale è quella di studiare attentamente la lista degli ingredienti e assicurarsi che sia priva di sostanze velenose. Ricorda che anche se 4 ingredienti su 5 nelle olive ripiene sono sicuri, il cibo potrebbe comunque essere considerato non sicuro per i cani.

Infine, potresti essere indeciso se dare da mangiare al tuo cane frutta d’oliva o olio d’oliva. Potresti chiederti: l’olio d’oliva è salutare per i cani, o devo solo dare al mio cane frutta d’oliva?

Sia il frutto che l’olio sono ottimi per il tuo cane. Tuttavia, l’olio d’oliva è più preferibile. In primo luogo, l’olio impiega meno tempo per essere digerito, quindi viene assorbito dal corpo quasi immediatamente. In secondo luogo, è più facile misurare porzioni accurate quando si offre al cane l’olio d’oliva rispetto alla frutta.

La parte migliore è che l’olio d’oliva offre ulteriori benefici nutrizionali e di salute oltre a quelli che il vostro cane ottiene dai frutti d’oliva. Inoltre, è possibile somministrare l’olio in diversi modi. E questo può portare alla domanda: i cani possono mangiare olio d’oliva nel loro cibo?

Sì, puoi aggiungere l’olio d’oliva al cibo del tuo cane. Tuttavia, ricordate che non tutto l’olio d’oliva è destinato al consumo interno. Alcuni oli sono prescritti esplicitamente per l’applicazione esterna, soprattutto per rendere la pelle del tuo cane più lucida e brillante.

Le olive possono uccidere i cani?

Non ci sono incidenti mortali documentati finora. Tuttavia, l’oliva può uccidere i cani a seconda della quantità e della forma in cui si alimenta il cane. La cosa migliore è nutrire il vostro cane con olive semplici che non contengono additivi.

Per tutte le olive in scatola e in barattolo, assicuratevi di sciacquare il sale e gli altri conservanti.

Se il vostro cane si avvicina di soppiatto alle vostre spalle e si aiuta con grandi quantità di olive, specialmente quelle salate, dovreste capire quali sono i segni da tenere d’occhio.

Alcuni segni comuni di avvelenamento da sale includono;

  • Disorientamento e confusione,
  • Frequente e intensa sensazione di sete,
  • Vomito e diarrea,
  • Convulsioni,
  • Coma [e possibilmente morte].

L’avvelenamento da sale può essere troppo grave per essere trattato con rimedi casalinghi. Se notate uno qualsiasi dei sintomi di cui sopra, portate immediatamente il vostro animale dal veterinario.

Quindi, le olive fanno male ai cani?

Non proprio. I cani possono mangiare olive comodamente, e non c’è bisogno di preoccuparsi. Ma come abbiamo ripetuto più volte, offrite al vostro cane solo olive semplici. Evitate qualsiasi cosa salata, speziata o carica di conservanti. Ricorda che un frutto di olive contiene fino a 60 mg di sodio.

Fortunatamente, puoi ridurre la concentrazione di sale in questo frutto attraverso l’osmosi. Basta mettere il frutto in semplice acqua distillata e lasciare che l’osmosi faccia il resto.

Simona Nicoletti

Lascia un commento