Clicky

Quanto Vive Un Criceto?

By Simona Nicoletti

Scegliendo se adottare un nuovo animaletto domestico per te o per la tua famiglia, la tua scelta è caduta sul criceto.

Ti sei dunque posto una domanda molto importante: quanto vive in media un criceto?

I criceti sono piccoli roditori che vivono in natura, nel deserto o nella foresta. Non sono creature sociali e preferiscono vivere da sole. I criceti non vanno in letargo in inverno, mangiano piante e insetti che trovano. I criceti possono correre fino a 3-4 miglia all’ora e hanno una durata media della vita di 2-3 anni.

I criceti sono animali notturni, dormono durante il giorno e trascorrono le notti esplorando il loro ambiente. Hanno molta energia durante la notte e possono correre fino a 8 miglia in una sola notte!

L’ibernazione è una parte importante del ciclo di vita dei criceti; l’ibernazione è quando dormono per lunghi periodi di tempo per risparmiare energia. Vanno in letargo per circa 4 mesi durante l’inverno.

La dieta di un criceto è composta da semi, noci, frutta, verdura e insetti che trovano nel loro ambiente. I criceti mangiano circa 1/4 tazza di cibo al giorno, il che li rende onnivori piuttosto che erbivori.

Quanto vive un criceto in media?

La durata della vita di un criceto è in genere compresa tra 2 e 3 anni.

Ci sono molti fattori che influenzano la durata della vita di un criceto. Il fattore più importante è il tipo di dieta che consuma il criceto. I criceti che seguono una dieta ipercalorica con molte proteine, grassi e zuccheri vivono più a lungo di quelli che seguono una dieta ipocalorica con poche proteine, grassi e zuccheri.

I criceti vivono anche più a lungo negli ambienti più caldi rispetto a quelli più freddi.

Le Malattie Più Comuni dei Criceti

Nella ricerca di informazioni sull’aspettativa di vita di un criceto bisogna tenere in considerazione che anche questo simpatico roditore può essere vittima di malattie, alcune più gravi e pericolose di altre.

Ecco un elenco delle malattie più comuni dei criceti:

1) Malattia da letargo o malattia da ibernazione:

L’ibernazione è un processo naturale che gli animali subiscono per far fronte a condizioni ambientali difficili. Durante questo periodo, gli animali consumano meno cibo, acqua e ossigeno mentre producono anche meno calore. Questo li aiuta a sopravvivere durante i mesi invernali senza alcun aiuto esterno. La malattia da ibernazione è quando un animale ha difficoltà a svegliarsi dal letargo. Ciò può essere causato da una serie di cose come la mancanza di cibo o lo stress.

I criceti hanno bisogno di molto sonno e hanno bisogno di andare in letargo per sopravvivere all’inverno. Se non vanno in letargo abbastanza, potrebbero contrarre questa malattia.

2) Malattia di Cushing:

La malattia di Cushing è una condizione che colpisce le ghiandole surrenali del criceto. Provoca un accumulo di un ormone interno chiamato corticosterone che viene rilasciato quando i criceti si trovano in situazioni di stress. Questo porta a sintomi come scurimento della cute, perdita di peli e aumento di peso. Fortunatamente, ci sono trattamenti per la malattia di Cushing, inclusi cambiamenti nella dieta, farmaci e interventi chirurgici.

3) Diabete:

Il diabete è una condizione in cui il corpo non produce abbastanza insulina o non usa l’insulina presente nel corpo in un modo adeguato. Il diabete nei criceti può essere causato da una serie di fattori. Può essere il risultato di dieta, genetica o malattia. Dovresti visitare un veterinario per consigli sul trattamento su come affrontare questo.

Deficienze respiratorie nei criceti

Ci sono una serie di diverse carenze respiratorie che i criceti possono sviluppare.

Uno dei più comuni è la broncopneumopatia cronica ostruttiva, che è causata da un accumulo di muco nei polmoni. Ciò può accadere quando i criceti sono esposti al fumo di sigaretta, alla polvere o ad altre sostanze irritanti. In alcuni casi, questa condizione può essere fatale per il criceto se non trattata.

Una condizione meno comune ma più grave è la bronchite eritematosa. Questa condizione è caratterizzata da infiammazione e gonfiore dei bronchi e dei tessuti polmonari, che rendono difficile il passaggio dell’aria attraverso i polmoni. È causato da una risposta autoimmune in cui gli anticorpi attaccano le cellule dei tessuti sani nel sistema respiratorio. Se non trattata, questa malattia può portare a polmonite o morte.

Siccome i criceti utilizzano soltanto il naso per respirare, anche un comune raffreddore potrebbe rivelarsi pericoloso per i nostri piccoli amici.

In conclusione, questa guida ti avrà sicuramente aperto gli occhi sulla vita media di un criceto, quindi adesso sarai più sicuro di te stesso quando ne adotterai uno!

Simona Nicoletti

Lascia un commento